DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Dicembre 20, 2020

Redazione DonnaWeb

Ragazze investite a Roma: Pietro Genovese condannato a 8 anni

Il pm Roberto Felici ha chiesto la condanna a 5 anni per Pietro Genovese per omicidio stradale plurimo ma il giudice lo ha condannato a 8 anni.  Ricordiamo i fatti: Pietro Genovese, 21 anni nella notte tra il 21 e il 22 dicembre dello scorso anno mentre era alla guida del suo suv ha investito e ucciso Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, due ragazze di 16 anni mentre attraversavano Corso Francia, a Roma.

Il processo si è celebrato con il rito abbrevviato. La sentenza sarebbe dovuta essere emessa lo scorso 30 ottobre, ma il giudice ha voluto approfondire un punto fondamentale: le due ragazze attraversavano sulle strisce pedonali o meno? E' stata la sola automobile di Genovese a copire le ragazze oppure sono state colpite anche da un'altra vettura?

La difesa ha sempre sostenuto che le due ragazze attraversavano una strada a scorrimento veloce di notte, mentre pioveva, evitando le strisce pedonali. Invece per la procura il ragazzo guidava sotto stato alcolico e stava usando il cellulare mentre era alla guida, senza rispettare il limite di velocità.

La sentenza

Pubblicità

Pietro Genovese, è stato quindi condannato  di omicidio stradale plurimo per l’incidente. La sentenza è stata emessa dal gup Gaspare Sturzo. Pietro è uno dei figli di Paolo Genovese, noto regista del cinema italiano, autore,  tra gli altri, del film Perfetto sconosciuti.

Pietro Genovese ha sempre sostenuto di non aver visto le due ragazze, che le ragazze avevano attraversato con il rosso e di non stare andando a velocità elevata. Tuttavia il giovane  è risultato positivo sia ai test antidroga e antialcol. Non si può dimostrare che abbia assunto droga proprio nelle ore precedenti l'incidente, ma è certo che si sia messo alla guida dopo aver bevuto.


linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram