DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Ottobre 3, 2021

Alessandro Giordano

Perché sbadigliamo? Le cause principali

Oggi parliamo di un’azione che eseguiamo almeno 250 mila volte nella nostra vita: si tratta dello sbadiglio, un atto involontario che compiamo quando ci annoiamo o quando abbiamo sonno.

Vediamo cos’hanno scoperto gli scienziati finora.

Cos’è lo sbadiglio e come si verifica

Pubblicità

Lo sbadiglio è un’azione  composta da due fasi: la prima inspiratoria e la seconda espiratoria. Tutti gli esseri umani sbadigliano e anche alcuni animali, quali cani, gatti, topi, serpenti e uccelli.

Lo sbadiglio si verifica già nel feto durante l’undicesima settimana, ha una durata di circa 6 secondi ed è spesso  associato allo stiracchiamento.

Perché sbadigliamo? Le cause

I motivi per cui si sbadiglia non sono molto chiari, ma ci sono moltissime ipotesi tra le quali:

Perché lo sbadiglio è contagioso?

È capitato più o meno a tutti di trovarsi di fronte a una persona che sbadiglia e ripetere l’atto involontariamente.

Secondo le ricerche condotte da Elisabetta Palagi e Ivan Norscia, sembra che ciò sia dovuto all’empatia tra i soggetti.

Il contagio, infatti, avviene più spesso tra parenti stretti che tra sconosciuti e inizia a svilupparsi verso i 4-5 anni di età, quando il bambino comincia a identificare le emozioni altrui.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram