DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Febbraio 23, 2019

Redazione DonnaWeb

Metodo Apollo per curare la psoriasi: pro e contro

La psoriasi è una patologia infiammatoria che colpisce la pelle, manifestandosi con macchie, placche e papule. Dal forte impatto sia sociale che psicologico, è possibile ricorrere a vari rimedi naturali per curare la psoriasi e oggi cercheremo di scoprire assieme i pro e i contro del Metodo Apollo.

L’olio di Argan è un elisir di eterna giovinezza, utile per tutto il corpo, scopri come usarlo

La psoriasi è una malattia autoimmune

Pubblicità

Prima di poter curare la psoriasi, è fondamentale conoscerne le cause. Partendo da questo principio, gli ideatori di questo metodo hanno stilato una sorta di protocollo nutrizionale e integrativo grazie al quale è possibile agire sui singoli fattori che provocano la psoriasi, ovvero una malattia infiammatoria autoimmune. Ma cosa significa malattia autoimmune? Con questo termine si fa riferimento ad una reazione immunitaria che non è provocata da un sistema immunitario cosiddetto impazzito, ma è il risultato del tentativo fallito di eliminare tossine e molecole potenzialmente dannose. Gestire una reazione autoimmune, quindi, significa riuscire a limitare l’azione immunogene e controllare la possibile reazione infiammatoria.

COME GUARIRE DALLA PSORIASI PER SEMPRE GRAZIE AL CRUDISMO

Pro e contro del Metodo Apollo

Una volta compreso cos'è una malattia autoimmune, è importante ricordare che sono varie le situazioni che possono favorire la stimolazione di un sistema immunitario geneticamente predisposto. Tra queste si annoverano l'assunzione di alcuni alimenti, come glutine, caseina, solanacee e legumi, ma anche liberazione di specifiche tossine in caso di infezioni, funzionalità alterate dell'intestino, stress, farmaci e carenze di sostanze immunomodulanti come la vitamina D.

Proprio per questo motivo è importante che vi sia una corretta risposta antinfiammatorie e a tal proposito il Metodo Apollo prevede l’applicazione di scelte nutrizionali e integrative ben mirate, diverse dalla classica dieta mediterranea o da una comune dieta di mantenimento.

Il metodo Apollo, quindi, si presenta come un valido supporto integrativo a tutti coloro che usano farmaci o desiderano utilizzare un metodo alternativo. In ogni caso vi consigliamo sempre di rivolgervi ad un dermatologo in modo tale da avere una diagnosi adeguata e corretta. Soltanto conoscendo quali sono le cause, infatti, è possibile capire quale tipo di alimenti, consigliati dal metodo Apollo, è opportuno aggiungere ed eliminare dal proprio regime alimentari.
Allo stesso tempo è fondamentale prestare attenzione ad eventuali intolleranze alimentari, in quanto potreste rischiare di incorrere in altri tipi di problemi di salute.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram