La classifica delle diete migliori e peggiori del 2020, quelle consigliate e quelle da evitare

Ebbe anche le diete hanno le loro classifiche di peggiori e migliori.
Questo elenco è stato elaborato da un rapporto di US News and the World Report nel 2020, che è giunto alla sua decima edizione. Esperti del settore prendono in considerazione quali sono le diete migliori e le peggiori, a diversi livelli.
Le migliori diete
Le diete considerate migliori offrono equilibrio, mantenimento di risultati, appetibilità,
convivialità, sostenibilità e salute.

La dieta metabolica, stimola il metabolismo e fa dimagrire più velocemente

  1. La Dieta Mediterranea
    Noi italiani di certo non ci stupiamo di questo primo posto. La dieta mediterranea ha tutto quello che una buona dieta deve offrire, soddisfa quindi tutti i requisiti. Una cucina semplice e buona, che pare essere la migliore per il cuore e per il diabete. Pesce, verdura, spezie, pochi grassi saturi, poco zucchero, e tanti omega-3.
  2. La Dieta DASH
    La dieta DASH è generalmente raccomandata per ridurre la pressione sanguigna. Si tratta di una dieta ricca di frutta, verdura, cereali soprattutto integrali e prodotti lattiero caseari poveri di grassi. In quantità moderata sono presenti anche frutta secca, legumi, semi, pesce e carni bianche mentre sono limitati alimenti come carne rossa, cibi fritti e dolci.
  3. La Dieta Flessitarismo
    Una dieta flessibile come suggerisce il nome e che enfatizza cereali integrali, frutta, verdura e proteine vegetali. È fondamentalmente una dieta vegetariana che consente occasionalmente di introdurre pezzi di carne o pesce, rendendola “flessibile”, da cui il nome.
  4. La Dieta Mind
    La dieta MIND è una combinazione delle diete mediterranee e DASH. Ma poiché richiede meno
    pesce e frutta, molte persone trovano più facile seguirlo e abituarsi. La dieta Mind è quindi
    una sorta di dieta mediterranea modificata che ha mostrato risultati promettenti nella
    prevenzione dell’Alzheimer. MIND è l’acronimo di “Mediterranean-DASH Intervention for
    Neurodegenerative Delays”
  5. WW – Weight Watchers
    WW si è classificata al quarto posto nell’elenco delle migliori diete, ma al primo posto nella classifica del rapporto sui migliori programmi commerciali e dimagranti. È stata quindi considerata sana e anche per sottolineare l’importanza di sostenere le persone a dieta.
    Si tratta del regime alimentare ipocalorico forse più noto al mondo. Fa perdere peso ed educa ad uno stile di vita più sano.
    Le Peggiori diete
    Nella lista delle peggiori diete ci sono le più difficili da seguire perché sono le più restrittive.
    Quindi non si tratta di diete che non funzionano ma di diete che, secondo i medici, non sono salutari perché sono diete che favoriscono la perdita di peso in tempi record.
  6. Possono quindi rivelarsi utili per qualche giorno, con monitoraggio medico, per accelerare il dimagrimento. Ma sono necessarie più cura, disciplina e preparazione.
  1. e 7. Diete CETO e DUNKAN
    Entrambe le diete prendono di mira la “chetosi”, uno stato metabolico che brucia le riserve di grasso del corpo invece dei carboidrati, la fonte naturale di energia del corpo.
    Limitano l’assunzione di carboidrati in un modo che non è considerato salutare o sostenibile e possono generare effetti collaterali come mal di testa, stanchezza e nausea.
  2. HMR – Programma Risorse per la gestione della salute
    Il programma Health Management Resources ha ricevuto il primo posto nelle diete dimagranti veloci, ma non è raccomandato.
    Comprende l’acquisto di sostituti del pasto, come frullati, barrette nutrizionali e cereali multicereali, e l’aggiunta di frutta e verdura per completare i pasti.
  3. La Dieta Optavia (ex Medifast)
    Il secondo posto è andato a Optavia. Questa dieta consiste nell’acquisto e nel consumo di molti dei prodotti preconfezionati dell’azienda, integrati da alcuni alimenti a casa. Cioè, sono diete commerciali.
    Viva dunque la Dieta Mediterranea!

Vuoi dimagrire davvero? Pensa magro! I consigli di Raffaele Morelli