INFLUENZA 2014, PREVENZIONE, SINTOMI E RIMEDI NATURALI

Per la metà di Gennaio e l’inizio di Febbraio è previsto il picco dell’influenza, anche se ad essere colpiti sono stati già quasi mezzo milione di italiani.

images (56)

I repentini cambiamenti di temperatura hanno determinato il problema ma adesso con l’arrivo del freddo più pungente si diffonderà ancora meglio il virus influenzale. Durante le feste natalizie sono stati colpiti dall’influenza 450mila nostri connazionali, più del 20% sono stati i bambini sotto i 5 anni. Fino a dicembre è continuata la campagna per la vaccinazione, ma c’è ancora tempo soprattutto per le persone a rischio di complicazioni.

I pronto soccorso sono già stati presi d’assalto, specialmente nelle grandi città, a causa dell’influenza, il presidente Giorgio Carbone, della società italiana di medicina d’urgenza ha dichiarato che c’è stato un aumento pari al 30% di ricoveri a causa dell’influenza e delle complicazioni ad essa legate.

Le persone che hanno avuto maggiormente bisogno delle cure del pronto soccorso sono stati gli anziani.

LEGGI ANCHE: TOSSE? RAFFREDDORE? IL MIELE E’ MEGLIO DI UNA MEDICINA


In questi casi è fondamentale la prevenzione, visto che siamo ormai nel picco della malattia, è quello che raccomandano gli esperti. Il contagio può avvenire dal momento in cui si viene colpiti dal virus fino ad un periodo di 5/7 giorni dalla scomparsa dei sintomi. Importantissima è l’igiene, lavare spesso le mani, quando si tossisce o starnutisce portare la mano alla bocca, utilizzare i fazzoletti di carta e anche delle mascherine, eventualmente. I bambini meglio tenerli a casa per qualche giorno in modo da evitare di diffondere il contagio a scuola.

LEGGI ANCHE: UN RIMEDIO NATURALE CONTRO L’INFLUENZA? LA TISANA ANTIBIOTICA

 

Parlando sempre di prevenzione è importante anche l’alimentazione, meglio se a base di latte, miele o marmellata, a cena preparare zuppe, legumi e verdure, mangiare tanta frutta di stagione come kiwi e arance. Importantissime le verdure ricche di antiossidanti, da non trascurare lo yogurt, ricco di probiotici.