Era malata di cancro, il figlio a 6 mesi le ha salvato la vita: ecco la sua storia meravigliosa

E’ una storia commovente e allo stesso tempo incredibile quella di Sarah Boyle e suo figlio Teddy, la giovane mamma salvata dal suo bambino. Lei è inglese ha 26 anni e la sua storia è stata raccontata dai giornali britannici più importanti.

E’ la stessa Sarah a spiegare ai media come tutto iniziò.

Il piccolo Teddy è nato nel 2016 a Febbraio e all’età di 6 mesi circa iniziò a rifiutare il seno destro della sua mamma, le reazioni erano molto furiose, il piccolo scoppiava a piangere quando la mamma provava ad attaccarlo proprio a quel seno. Non solo Teddy non desiderava essere allattato al seno destro ma non voleva nemmeno essere cullato da quel lato, un problema che andò avanti così per due mesi.

A quel punto Sarah iniziò a porsi qualche domanda e capì che il bambino forse voleva dirle qualcosa, fu così che decise di farsi visitare dal medico per capire il motivo del rifiuto del figlio, il risultato è stato scioccante: tumore alla mammella. Una forma rara di cancro al seno, questo era il motivo per il quale il piccolo piangeva e lo rifiutava.

Sarah dopo aver fatto questa terribile scoperta, grazie al suo bambino, sta seguendo cicli di chemioterapia in attesa di sottoporsi ad una doppia mastectomia alla quale seguirà la ricostruzione del seno.

Una scoperta dura, dolorosa ma grazie al figlio la donna ha evitato peggiori conseguenze.

Sara ora dice: “Teddy è stato il mio eroe, se non fosse stato per lui non avrei mai scoperto di avere il cancro”


E’ vero che il medici le avevano detto che l’allattamento al seno è importante per il bambino e rafforza di più il legame tra madre e figlio ma in questo caso le ha letteralmente salvato la vita.

Probabilmente il latte prodotto dal seno destro aveva un sapore diverso, questo forse era uno dei motivi per il quale il piccolo Teddy lo rifiutava.

Lo stesso medico della donna è rimasto senza parole, non aveva mai visto una cosa del genere prima, se Sarah avesse allattato il figlio senza problemi probabilmente non avrebbe mai fatto questa triste scoperta.

Con l’inizio della chemioterapia Sarah ha dovuto smettere di allattare Teddy, è stato duro per la mamma perdere anche i capelli a causa della chemio ma la famiglia le è stata molto vicino.

Quello che Sarah adesso vuole comunicare a tutte le donne è di fare molta attenzione ai noduli al seno e tenerli sempre sotto controllo. La prevenzione è importante.

 


Cancro al seno, ecco i primi sintomi per una diagnosi precoce

ARRIVA FOXLEAF, IL REGGISENO ANTICANCRO