Eliminali dalla dispensa! – Questi 9 alimenti comuni potrebbero causare danni fatali alla tua salute

Gli alimenti venduti in un normale supermercato? Puoi mangiarne la maggior parte senza dovertene preoccupare. Ma ci sono in realtà alcuni segnali di avvertimento a cui dovremmo prestare attenzione. Abbiamo elencato nove alimenti che nel peggiore dei casi possono essere pericolosi per te – e probabilmente alcuni di questi li avrai già in casa!


Se soffri di fibromialgia non dovresti mangiare questi cibi

1. Patate

Probabilmente saprai che se una patata è diventata verde, dovresti cestinarla o almeno tagliare quella parte. Questo non dovrebbe essere trascurato in quanto potrebbe essere un segnale di avvertimento che le tossine potrebbero essersi formate. Il verde delle patate è la clorofilla che si forma quando le patate ricevono troppa luce. Se le patate iniziano a diventare verdi, questo è anche un segnale di avvertimento poiché contengono quantità di glicoalcaloidi che sono sostanze tossiche. Queste sostanze sono sempre esistenti nelle patate ma nella parte verdi sono con un quantità nettamente maggiore, causando danni al sistema nervoso.

Foto: Wikimedia Commons

2. Liquirizia

Le caramelle nere derivano dai gambi di una radice di cui molti non sono a conoscenza. Il contenuto consiste, tra le altre cose, di acido glicirrizinico che può essere dannoso per il corpo in quantità eccessive. Le conseguenze possono essere che il bilanciamento del sale presente nel corpo viene sconvolto, la pressione del sangue può diventare troppo alta e si possono avere mal di testa e problemi cardiaci. Non dovresti ingerire più di 50 grammi di liquirizia al giorno.

Foto: Flickr

3. Zafferano

Una delle spezie che usiamo di più nel periodo di Natale. Il resto dell’anno può essere utilizzato anche per molte altre cose. È una delle spezie più costose al mondo – in grandi quantità è anche molto tossica per noi. Circa dieci grammi di zafferano possono essere una dose fatale. La metà della confezione può portare ad un aborto spontaneo. Quindi, non abusare troppo di questa spezia!

Foto: Wikimedia Commons


14 cibi che non dovresti mai mettere in frigo

4. Mandorle amare

Questo tipo di mandorle vengono usate per dare un sapore speciale ai pasticcini. L’amigdalina è una sostanza che si trova nelle mandorle amare, proprio come i semi di ciliegia, i semi di prugna e i semi di albicocca. Quando la sostanza viene a contatto con l’acqua, si forma acido cianidrico, che è tossico per il nostro corpo. Se viene a contatto con il calore, ad esempio nel forno, la sostanza tossica potrebbe espandersi.
Se un bambino ne ingerisce oltre una decina, potrebbe causare svariati problemi. I primi sintomi che possono essere notati sono nausea, mal di stomaco e vertigini. Un avvelenamento di questo tipo può portare a difficoltà di respirazione, palpitazioni e stato di incoscienza. Fortunatamente oggi c’è un aroma di mandorla amara che non contiene amigdalina, quindi fai attenzione alla prossima volta che acquisti le mandorle.

Foto: Pexels

5. Noce moscata

Se mangi uno o due noci intere, c’è il rischio di avvelenamento. Una sostanza pericolosa contenuta in essa è chiamata miristicina che può dare una sensazione simile all’anfetamina: nausea, mal di testa e vertigini. In grandi quantità, può anche essere fatale.

Foto: Pixabay

6. Semi di lino

I semi di lino sono un piccolo seme incredibilmente nutriente che viene spesso utilizzato nei vassoi del pane. Tuttavia, è tossico a causa degli alti livelli di sostanze che possono indurre acido cianidrico. Se il seme di lino viene invece schiacciato, il corpo assume il cianuro molto più facilmente. La raccomandazione è di non mangiare più di due cucchiai di semi di lino interi  al giorno. Se hai il coraggio di ingerirne dieci cucchiai, potresti avvelenarti.

Foto: Wikimedia Commons

7. Cannella

Questa spezia ha il più frequente uso in casa nella forma macinata. Contiene la sostanza cumarina che può essere dannosa per il fegato in quantità eccessive. Si raccomanda in questo modo di non assumere troppa cannella nel lungo periodo. Numerosi studi raccomandano che un adulto non dovrebbe ingerire più di un cucchiaino di cannella al giorno. La metà della quantità è raccomandata per i bambini.

Foto: Max Pixel

8. Riso

Non passò molto tempo da quando arrivarono gli avvertimenti che il riso conteneva arsenico. Se si mangia riso o prodotti a base di riso un paio di volte a settimana, generalmente non c’è pericolo, ma non dovresti mangiarlo tutti i giorni. I bambini dovrebbero mangiare il riso con meno frequenza rispetto agli adulti. Ingerire troppo arsenico può a lungo termine portare ad un aumento del rischio di cancro alla vescica o ai polmoni.

Foto: Flickr

9. Miele

Recentemente, è diventato popolare usare il miele come dolcificante al posto dello zucchero. Per i bambini al di sotto di un anno può essere fatale e non dovrebbero nemmeno sentirne l’odore. Questo perché ci possono essere spore nel miele e queste possono trasformarsi in batteri. I batteri possono a loro volta creare botulino che è un veleno pericoloso. Le conseguenze di un avvelenamento di questo possono essere che il bambino diventerà incosciente, avrà difficoltà a respirare o avrà i muscoli indeboliti.

Foto: Immagini di pubblico dominio

Condividi su facebook per informare i tuoi amici dei pericoli che potrebbero correre con questi cibi.