Ecco cosa succede se non pulisci mai la lavatrice: i consigli per farlo in modo veloce e naturale

Spesso si pensa: perchè mai dovrei pulire la lavatrice? Tutta l’acqua e il detersivo profumato che passano trai tubi non servono a mantenerla pulita e disinfettata? In realtà no, la lavatrice pulisce lo sporco del bucato, i vestiti escono profumati e puliti ma dentro rimane tutta la sporcizia. Con il passare del tempo si potrebbe accumulare causando problemi perfino alla tua salute, ecco cosa potrebbe accadere se non pulisci mai la lavatrice.

Prolificazione dei batteri

Se hai mai acquistato una nuova lavatrice ad alta efficienza, potresti aver notato che dopo un po di tempo perde quell’odore di pulito fresco questo perchè le nuove lavatrici anche se sono più efficienti perchè riescono a lavare in modo più efficiente a temperature più basse, permettendo ai batteri di sopravvivere al ciclo di lavaggio. E non stiamo solo parlando di un batterio innocuo; stiamo parlando di un bug resistente a più farmaci. 

Dopo aver ispezionato l’abbigliamento di 13 neonati in un’unità di terapia intensiva neonatale in un ospedale pediatrico tedesco, i ricercatori hanno trovato tracce di un agente patogeno multiresistente sulla superficie dell’abbigliamento. Apparentemente i batteri passavano sui vestiti da cappelli e calze lavorati a maglia precedentemente lavati, oggetti usati per mantenere caldi i bambini.

La ricerca pubblicata sulla rivista Applied and Environmental Microbiology ha concluso che il colpevole era la lavatrice “di tipo domestico” utilizzata per lavare i vestiti. Si pensava che il risciacquo finale con acqua fredda, che non utilizzava detergenti, potesse aver permesso ai batteri resistenti di prosperare. Un altro colpevole potrebbe essere stata l’acqua residua condensata intrappolata sulla guarnizione di gomma dell’oblò che si trasforma spesso e volentieri in muffa

Fortunatamente, i bambini sono stati esposti solo al patogeno resistente ai farmaci, ma non sono stati effettivamente infettati, secondo i ricercatori.

Se non si pulisce correttamente la lavatrice l’accumulo carico di batteri può spostarsi ulteriormente nel meccanismo del tamburo, evitando così che l’acqua si surriscaldi in modo che possa fare il suo lavoro. Inoltre, la tua lavatrice, di progettazione, è scura, il che crea un ambiente caldo e umido, rendendolo un terreno fertile perfetto per la proliferazione dei batteri.

Vestiti che non profumano di pulito

Tirare fuori dalla lavatrice vestiti che puzzano di muffa e non di fresco pulito è avvilente oltre che angosciante. Certi detergenti e additivi fortemente profumati possono mascherare quegli odori puzzolenti, ma una volta che gli additivi per fragranze si attenuano, diventano di nuovo evidenti.

Non rimuovere immediatamente gli indumenti bagnati, non pulire regolarmente la porta e la guarnizione può causare muffa all’interno della macchina.

Come pulire la lavatrice in modo naturale

L’aceto di mele nella lavatrice è un ottimo modo per mantenere la lavatrice pulita e inodore da batteri e muffe. Per pulire la lavatrice:

  • Aggiungi due tazze di aceto di mele in un ciclo di lavaggio (vuoto). Se hai un ciclo progettato per pulire la lavatrice, usalo. Altrimenti, esegui semplicemente l’aceto attraverso un normale ciclo di lavaggio (senza biancheria nella vasca).
  • Quindi, mescolare insieme in un secchio: una parte di aceto di mele e quattro parti di acqua calda. Utilizzare una spugna pulita per pulire a mano attorno allo sportello e intorno alla guarnizione. 

Tieni a bada muffa e muffa con olio dell’albero del tè

L’olio dell’albero del tè è noto per le sue proprietà antisettiche e antivirali ed è ottimo per tenere a bada la muffa. Tieni un flacone spray con olio essenziale diluito (un cucchiaino di olio con una tazza di acqua) vicino alla lavatrice. Lasciare agire per alcuni minuti, quindi pulire con una spugna o un panno puliti. Per aree più sporche, utilizzare salviette di carta.  

Fonte: https://www.thealternativedaily.com/heres-what-happens-never-clean-out-your-washing-machine/