Consigli su come organizzare le pulizie di primavera

Maid in blue holding a broom and a sponge

Prima di dedicarvi alle pulizie di primavera, consultate il meteo e cercate la giornata perfetta, infatti, dato che le pulizie vanno fatte per bene è importante scegliere un giorno caldo e soleggiato, asciutto e senza umidità.

Quando si deve pulire profondamente ogni angolo della casa la parte più difficile è decidere da dove cominciare: la prima cosa da fare è togliere le tende e metterle in lavatrice in modo da poterle stenderle subito e riattaccarle in serata.

Se avete la possibilità, portare all’esterno divani, poltrone e tappetti, usate il batti panni per il divano e se è sfoderabile, fategli fare un giro in lavatrice, mentre il sole cancellerà via tutti cattivi odori.



LEGGI ANCHE: COME PULIRE E CONSERVARE IL PIUMONE

Per ciò che riguarda le pulizie vere e proprie il consiglio è quello di partire dall’alto verso il basso e dall’interno all’esterno, quindi iniziate sempre col pulire le cose che stanno più in alto come lampadari e mensole, eliminate ragnatele e muffe.

Tutto questo sporco rimosso finirà a terra, per questa ragione il pavimento è l’ultima cosa da fare insieme al terrazzo o una zona esterna alla casa usata come deposito di tutti gli attrezzi usati per le pulizie.

Completate il tutto con la pulizia dei vetri delle finestre prima di appendere nuovamente le tende. La casa sarà splendente e profumate.