COME RICONOSCERE SE IL PESCE E’ FRESCO?

Come si fa a riconoscere quando il pesce è davvero fresco? Tante volte sarà capitato di comprare del pesce in pescheria e di non aver fatto caso agli indicatori particolari che indicano che il prodotto è “appena pescato”.

Per riconoscere il pesce fresco bisogna dar retta ad alcuni suggerimenti che ci vengono naturali: un pesce dall’odore troppo forte decisamente non è fresco, mentre quello che fa per noi è quello che ha un lieve e delicato odore di mare.

le-migliori-risto-pescherie-di-roma-2

Le parti da osservare e che sono in grado di smascherare le “bugie” sono gli occhi e le squame, infatti, gli occhi di un pesce fresco sono vivi e rivolti all’infuori, con la cornea trasparente e lucida, mentre se sono smunti ed opachi è sicuramente non fresco, evitare, inoltre, l’acquisto di pesce senza testa.


La pelle del pesce fresco deve essere iridescente e metallica, le branchie di colore rosso vivo o rosaceo devono essere umide. Solitamente le squame devono essere ben salde al corpo che deve esser sodo e arcuato.

La dieta del pesce, ovvero come perdere peso in modo piacevole e gustoso

La carne si deve mostrare compatta ed elastica; per testare questa cosa basta premere sul pesce col dito, se levandolo rimane l’impronta, allora il pesce non è proprio fresco. Infine, se il pesce immerso nell’acqua affonda è sicuramente fresco.

Ovviamente queste regole non valgono per alcuni molluschi, come le seppie, che devono avere gli occhi brillanti e neri e il corpo leggermente umido; mentre se parliamo di molluschi con la conchiglia, non possiamo sbagliare, vanno comprati vivi e i molluschi devono essere ben saldi alla conchiglia che sarà lucida e pesante come un sassolino. Anche i crostacei vanno acquistati vivi e la corazza deve essere di colore rosso e la polpa soda.

COZZE RIPIENE GRATINATE

FONTE