Luglio 3, 2021

Alessandro Giordano

Chiara Gualzetti, le parole inquietanti del killer emerse su un audio mandato ad una sua amica

Il caso di Chiara Gualzetti inizia ad avere numerose conferme, dopo aver sentito la confessione del ragazzo e le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza, le indagini portano alla scoperta di un' altra prova molto importante, un messaggio vocale mandato dal killer ad una sua amica poco dopo l'omicidio.

Ultimi istanti di vita

Per la ragazza 16 enne il suo amico le stava facendo una sorpresa, così decise di salutare i genitori dicendo loro che sarebbe tornata presto, era la scorsa domenica, ma Chiara non poteva mai immaginare di rimanere vittima di una simile tragedia.

La sorpresa contenuta nello zaino non era altro che un coltello, utilizzato dal colpevole per porre fine alla vita della giovane ragazza, dopo aver terminato l'omicidio il ragazzo abbandona il cadavere su un cespuglio e lascia la zona.

Prove audio inquientanti

Pubblicità

Ma subito dopo avviene un contatto tra il killer ed una sua amica, con il ragazzo che manda un messaggio vocale che racconta quanto accaduto con Chiara Gualzetti, le sue parole sono a dir poco agghiaccianti, la lucidità e freddezza con cui racconta l'omicidio lascia gli addetti alle indagini a bocca aperta.

Quella depressa mi urtava in nervi. L’ho fatto! L’ho uccisa! Me lo ha detto lui e l’ho fatto! Ho le foto! L’ho presa a calci in testa. Mi sa che mi sono rotto un piede.

Il killer dopo aver ucciso Chiara Gualzetti

La sua amica non diede molto peso al contenuto del vocale pensando che si trattasse di un semplice scherzo, ma quando iniziò a circolare la notizia dell'omicidio iniziò a rendersi conto di avere nel cellulare la pura verità, così decise di raccontare la vicenda ai genitori per poi denunciare il tutto ai carabinieri.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram