Bevi caffè a stomaco vuoto? E’ una brutta abitudine, non dovresti farlo, ecco perchè

Il caffè al mattino è un rituale al quale molte persone non rinuncerebbero per nulla al mondo. Il suo gusto corposo e amaro è apprezzato e fa parte della colazione di tanta gente. Per molti è addirittura impossibile iniziare una la giornata senza una tazza di caffè caldo. Tuttavia dovresti sapere che bere caffè a digiuno, senza fare colazione, non è affatto raccomandato, spiegheremo perché un medico mette in guardia contro il suo consumo a stomaco vuoto.

Il suo colore nero ambrato, il suo odore tipico e il suo gusto deciso rendono il caffè una delle bevande più apprezzate e consumate al mondo. Accompagnato da un pezzo di cioccolato fondente, biscotti, latte o un cornetto, il caffè è diventato un alimento base per la colazione. Tuttavia, tutte le cose buone dovrebbero essere soggette a moderazione, il consumo di caffè non fa eccezione. Una nutrizionista, Ysabelle Levasseur, spiega perché bere caffè a stomaco vuoto può essere dannoso per la salute.

Caffè a digiuno? Una cattiva idea

Spesso per via della vita stressante che si fa, mancanza di tempo o semplicemente voglia, si tende a saltare il primo pasto della giornata che in realtà è quello più importante. Una tazza di caffè è veloce da preparare e consumare ed è essenziale per la maggior parte delle persone per affrontare il rilassamento mattutino. Bere caffè a stomaco vuoto, per questo motivo, è quindi il rituale quotidiano di molte persone. Tuttavia, questa abitudine può avere conseguenze spiacevoli per la salute. 

Ecco quali:

– Bere caffè a digiuno può causare disturbi allo stomaco. In effetti, il consumo di caffè ha l’effetto di aumentare la secrezione di acido cloridrico. Ciò può causare gonfiore, bruciore di stomaco e gastrite. A volte addirittura preso insieme al latte.

– Se consumato in grandi quantità, il caffè può avere conseguenze disastrose sul sistema cardiaco. Il legame tra il consumo eccessivo di caffè e un rischio maggiore di malattie cardiovascolari è alto, tuttavia, è utile sottolineare, dice la nutrizionista, che parliamo solo di alte dosi da 8 a 10 tazze di caffè al giorno. 

– Oltre alle conseguenze fisiologiche del consumo di troppo caffè, potrebbe anche avere effetti sulla nostra salute mentale. E’ stato rilevato inoltre che il consumo di caffeina può essere facilmente collegato a stress, ansia e depressione.

È quindi preferibile bere un caffè a metà mattinata dopo una colazione equilibrata.

Qual è il momento migliore per bere il caffè

Ci sono persone per le quali è impossibile passare una giornata senza bere caffè. E per una buona ragione, questa bevanda porta molti benefici se viene consumata con moderazione: il caffè combatte i radicali liberi presenti nel nostro corpo e aiuta ipso facto a combattere l’invecchiamento precoce, è un ottimo antiossidante. Inoltre, se a dosi elevate il caffè è dannoso per la salute cardiovascolare, tieni presente che, se consumato con moderazione, ha benefici significativi al contrario per la salute del tuo cuore. In effetti, uno studio ha dimostrato che il consumo regolare di 3 tazze di caffè al giorno contribuirebbe a prevenire il rischio di malattie cardiovascolari.