Un insulto terribile per Carlotta Savorelli su Instagram e la sua risposta che spiazza tutti

Abbiamo imparato a conoscerla a Uomini e Donne, volto noto del programma, donna energica e dalla grande personalità oltre che bellezza, Carlotta Savorelli è molto presente su Instagram nel quale ama pubblicare momenti della sua vita, dopo l’attacco da parte di un hater su una foto che ha pubblicato, Carlotta ha tirato fuori il dolore provocato da una malattia che la segna da anni, nel profondo della sua anima oltre che sulla propria pelle.

La donna infatti è affetta da una patologia cronica della pelle, la psoriasi, e prendendo spunto da quella frase poco carina nei suoi confronti, ha approfittato per parlare di questo problema che la affligge da tempo, fin dai tempi della scuola.

Nel frattempo sono molte le persone che si domandano come mai sia sparita dal Trono over,

Carlotta e la sua psoriasi: “Ora non la nascondo più, la accetto” - la  Repubblica

In un post rivolto ai suoi numerosi follower, Carlotta ha parlato delle tantissime critiche ricevute sul suo aspetto, in particolare su quello della sua pelle, la donna ha dovuto imparare a convivere con la psoriasi, una brutta malattia che attacca la pelle e per questo motivo un hater ha scritto una frase provocatoria nei confronti della donna.

Il commento che ha sconvolto Carlotta

La bella Carlotta ha voluto condividere la frase con i suoi follower e poi commentarla:

 “Cesso e fai la fanatica con tutta quella pelle piena di chiazze“.

La dama di Uomini e donne ha specificato che solitamente lascia correre frasi come queste (body shaming) perchè ha imparato ad ignorarle dopo anni di sofferenze anche se sarebbe utile denunciarle alla polizia postale, ma dopo l’ennesima frase provocatoria ha voluto scrivere due righe.

La riposta meravigliosa di Carlotta Savorelli

Avevo 12 anni quando ho dovuto iniziare a subire il bullismo (si perché si chiama così) da parte dei compagni di scuola. Avevo 17 anni quando ho imparato a sopportare gli sguardi schifati degli ignoranti. Avevo 24 anni quando ho iniziato a sperimentare ogni cura. Avevo 30 anni quando ho smesso di tentare terapie palliative impegnandomi ad accettarmi così come sono. Avevo 31 anni quando ho iniziato ad usare i social per fare sensibilizzazione sulla psoriasi. HO 36 ANNI E HO DECISO DI COMBATTERE OGNI FORMA DI BULLISMO (è reale anche se virtuale). ZITTA NON CI STO PIÙ, per me e per milioni di persone come me che non sono omologate alla “perfezione” a causa di una qualsivoglia motivazione. Questo “essere” immagino diventerà padre e trasferirà queste modalità ai suoi figli. Ci stupiamo di ciò che accade nelle scuole, nel parchetto, nei luoghi di aggregazione… ma è tutto molto semplice: la mela non cade mai lontano dall’albero.
[Io ormai sono “quasi forte” davanti a questa schifezza, ma gli altri? Tutti gli altri come potrebbero reagire davanti ad un commento così? Chi magari ha già un piede nella depressione e l’altro nello sconforto, fin dove si potrebbe spingere per spegnere ste voci?
.
.

Non sono mancati ovviamente i commenti delle fan che appoggiavano Carlotta:

Io avrei lasciato anche il nome e la foto profilo di questo ignorate così da farlo vergognare all’ennesima potenza. Ps sei una favola 😍

tesoro … uno che offende….”argomentando “l offesa facendo riferimento ad una malattia….se ha 1 neurone …sicuramente e’ difettoso e soprattutto è un poveretto di una tristezza imbarazzante….🤮

L’ignoranza è una brutta malattia peggio di qualsiasi altro problema! Puoi sempre contare su di me sorella

Il disagio per via della sua patologia

In un’intervista rilasciata recentemente a Uomini e donne Magazine, Carlotta aveva dichiarato di sentirsi a disagio nell’accettare questa malattia, nel frattempo tanti telespettatori si domandano come mai sia sparita dal parterre femminile di Uomini e Donne, risponderà anche a questo?