A 40 decide di avere un figlio ma quando nasce si rende conto che c’è qualcosa che non va e non lo vuole più

Dopo aver subito tre aborti spontanei e le è stata diagnosticata la sindrome dell’ovaio policistico, una donna si è domandata se sarebbe mai stata in grado di avere un figlio.

Raggiunto i 40 anni, lei e il marito hanno deciso di provare un’ultima volta ad avere un figlio, quindi hanno pagato “molti soldi” per farsi aiutare.

Tuttavia, poco dopo la nascita del bambino, la coppia si rese conto che qualcosa non andava bene con il bambino e il compagno della donna si ritrovò a non voler più il bambino.

L’uomo senza nome ha condiviso la sua situazione molto difficile in un post su Reddit, chiedendo se avesse torto a sentirsi come si sentiva lui.

 (Immagine: Getty Images / Tetra images RF)

Il post, che da allora è stato cancellato, ha spiegato quanto fossero stati entusiasti di avere un bambino, ma quando è nato il piccolo, hanno scoperto che c’era stato un grande disordine.

Si è scoperto che la clinica di maternità surrogata e la banca del seme avevano usato lo sperma sbagliato e l’uomo non era in realtà il padre del bambino.

Ha detto: “Quindi io e mia moglie abbiamo sempre desiderato nostro figlio. Non è in grado di portare una gravidanza a causa del suo PCOS e ha subito tre aborti in passato.

“Abbiamo pagato un sacco di soldi ad una mamma surrogata per avere il nostro bambino insieme. La donna che si era offerta era una brava signora che si è presa cura del suo corpo e siamo andati molto d’accordo.

L’uomo non è il padre del bambino (foto d’archivio) (Immagine: Getty Images)

“Mia moglie ed io eravamo così eccitati il ​​giorno in cui ha partorito, ma una volta ho visto il bambino ho saputo che c’era qualcosa di sbagliato. Il bambino aveva lineamenti asiatici, capelli neri e occhi castani quando siamo entrambi bianchi, biondi con occhi blu.

A 61 anni ha portato nella pancia suo nipote. Questo accadeva 7 anni fa, guarda oggi come sono diventati

“Abbiamo immediatamente sollevato il problema con i medici e chiesto un test del DNA. Non sono il padre.”

Ha continuato: “Siamo entrambi davvero devastati per questo e abbiamo contattato la clinica per la maternità surrogata e la banca dello sperma e hanno fatto un’indagine e ci hanno detto che c’era un mix “estremamente raro” e ci hanno offerto un risarcimento finanziario.

“Non ci interessa la razza, siamo solo sconvolti dal fatto che il bambino non sia di entrambi. Sono deciso a voler intraprendere un’azione legale contro l’agenzia e non tenere il bambino?”

Più di 4.000 persone hanno commentato il post mentre era ancora in diretta, molti erano furiosi che avrebbe anche preso in considerazione l’idea di rinunciare al bambino.

“Ecco cosa significa essere una madre surrogata” Vi racconto il mio incubo

Una persona ha detto: “Wow, questo è incredibilmente triste”.

Un terzo ha aggiunto: “Hai portato questo bambino nel mondo, ora hai la responsabilità di occupartene.”

Tuttavia alcuni erano un po ‘più comprensivi.

“Sembra che tu ignori completamente il fatto che stavano provando per il loro bambino”, ha detto un altro utente. “Se avessero voluto solo un bambino, avrebbero potuto adottare un ragazzo o una ragazza che potrebbe essere più economico di una madre surrogata.”