DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Aprile 17, 2019

Redazione DonnaWeb

5 verità che non conoscevi sulla mammografia

Ci sono miti e leggende sugli esami medici ai quali spesso ci si deve sottoporre, alcuni sono reali, altri meno, scopriamolo insieme.

Nel caso della mammografia, oggi vogliamo chiarire alcune cose, o piuttosto dirvi alcune verità su questa visita medica che molte donne svolgono. Presta molta attenzione a questo post.

Scopri di più sulle mammografie:

Pubblicità

Le mammografie sono una visita medica che molte donne oggi svolgono ed è responsabile dell'analisi dell'area del seno nelle donne al fine di rilevare eventuali irregolarità o anomalie in quest'area.

Cancro al seno, ecco i primi sintomi per una diagnosi precoce

Come ben sapete ci sono alcune malattie che possono colpire il seno, si raccomanda pertanto che alcuni segnali devono essere valutati e, quindi, evitare che possano progredire alcune malattie pericolose e persino letali come il cancro al seno è giusto sottoporsi periodicamente alla mammografia.

Tuttavia, prima di sottoporsi ad una visita così delicata, è necessario tenere conto del fatto che questo ha alcuni aspetti che è necessario conoscere e mostrarli di seguito.

Non sono così utili: anche se si dice che le mammografie aiutano a rilevare le anomalie del seno.

Se si hanno mutazioni genetiche aumenta il rischio di cancro: anche se può sembrare strano, il cancro al seno può apparire grazie alla radiazione della macchina mammografica, ma questo accade soprattutto nelle donne che hanno la mutazione genetica BRCA 1/2. Le donne con questa mutazione hanno il doppio del rischio di cancro al seno.

È impossibile evitare i falsi negativi: cioè se i seni sono molto densi è molto probabile che il cancro sia confuso, questo può essere presente ma è confuso perché nell'immagine entrambe le dimostrazioni, sia la densità che il cancro appaiono bianche.

I falsi positivi sono comuni: è molto probabile che ti venga diagnosticato un cancro senza averlo, il che porterà ad ansia e stress psicologico che a lungo andare, se non hai il cancro, aumenterà il rischio di soffrirne.

Ci sono altre opzioni di rilevamento: oltre alla mammografia, puoi anche scegliere di sottoporti a una biopsia al seno e scartarla nella sua interezza se hai un tumore al seno o meno. Puoi anche scegliere risonanze o ultrasuoni.

Le abitudini (sbagliate) che rendono il seno cadente

E' sempre bene parlarne prima con il proprio medico di fiducia che saprà indicarvi per il meglio a seconda del singolo caso.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram