VI RACCONTO LA MIA STORIA: “IL MEDICO MI DISSE STAI PER MORIRE, E INVECE…”

Oggi vi raccontiamo la storia di Stacey R. abbiamo dato la possibilità a voi lettori di scrivere un pezzo della vostra vita, qualcosa che vi ha segnato profondamente nel bene e nel male, le prime testimonianze stanno arrivando e la nostra redazione le pubblicherà per farle conoscere tramite il nostro sito e le nostre pagine facebook in totale anonimato, se anche voi avete una storia da raccontare cliccate qui.

df1688794b6b657995b4630423fdcc71

ECCO LA STORIA

Vi racconto la mia di storia. Inizió tutto il 17/12/2012 quando inizia a sentire un fischio fastidioso alle orecchie e un soffio a tempo cardiaco a quello destro. Feci passare le feste di natale, ero felicissima, il 7 di Gennaio avrei firmato il mio contratto a tempo indeterminato.

Visto il fastidio che nonostante i giorni continuava senza diminuire, prenotai una visita otorinolaringoiatra, dal mio medico di una vita, avevo solo 2 anni la prima volta che andai da lui. Arrivai e spiegai il fastidio, senza alcuna visita, in presenza di mia madre e mio marito, mi guardó dritto negli occhi e affermó “ragazza mia, hai un tumore al cervello, e se questo non é cosa difficile, hai infarti cerebrali, sclerosi multipla” non vi dico quello che ho provato, mi è crollato tutto il mondo. Proprio adesso che potevo festeggiare una stabilità economica ero li a pensare alla morte. Mi vennero prescritte visite e visite… Da Abr a Ecodoppler, tac, analisi, ecografie, ormoni, ecg, radiografie… Risonanza magnetica.


Ovviamente il tutto a pagamento poichè i tempi erano molto lunghi e la fine era vicina. La svolta arrivó alla seduta dal neurologo “donnina mia non hai niente e non avrai niente”… Il calvario duró 12 mesi, iniziai a prendere fiori di bach e camomille e calmanti vari, pianti ogni sera e preghiere.

Ho un acufene tinnito e pulsante, purtroppo vengono a molte persone, con e senza problemi, il mio è legato ad una insufficienza mitralica e tricuspidalica cardiaca, ah dimenticavo in tutto ció incontrai un cardiologo matto quanto all’otorino, secondo lui avrei dovuto subire un intervento a cuore aperto entro 15 gg! Per fortuna gli angeli esistono e il mio professore Licciardello, primario di Augusta, mi ha rassicurata e per togliere ogni scrupolo ho eseguito un ecodoppler transcranico e alcuni controlli tutti positivi per me ovviamente. Adesso mi segue una volta l’anno e se ne ho bisogno lo posso chiamare.

Vi dico che la mia vita era di una vecchia che sa che la morte sta arrivando. Non uscivo più, mio marito mi ama molto al punto di sopportare tutte le mie paure e le mie ansie. Adesso abbiamo acquistato casa e sogniamo un figlio e cerco di ridere alla vita che hanno provato a rubarmi!

Siate sempre positive, non credete ai matti e affidatevi alla preghiera e agli angeli che incontrerete per le strade della vostra vita, molto spesso incontrerete degli ostacoli ma siate forti e tutto sarà superato, soprattutto non ascoltate tutti medici, una volta un medico mi disse “il medico non è un mestiere ma una passione”, io credi che ancora qualcuno esiste.
Stacey, R.

LEGGI ANCHE: INCINTA DI 8 MESI IL MEDICO MI DISSE “SI AUGURI CHE SUA FIGLIA NASCA MORTA”