Trucchi e consigli per adoperare al meglio la lavastoviglie

lavastoviglie

Uno degli oggetti più usati e amate dalle casalinghe in cucina è la lavastoviglie, una mano santa per la pulizia dei piatti che in poco tempo e senza grandi sforzi escono dall’elettrodomestico lucenti e profumati.

Il mito della lavastoviglie che che consuma troppo è solo una diceria, infatti, per lavare quattro coperti a mano si consuma molta acqua, più di quanto ne possa utilizzare la lavastoviglie. Inoltre se le vostre stoviglie non sono particolarmente sporche, potrete decidere di utilizzare il lavaggio eco, che consente di risparmiare circa il 20% di acqua e di energia.


Qualcuno si chiederà: c’è qualcosa che non può essere lavato nella lavastoviglie? In realtà si.

Partiamo dal concetto che le stoviglie ovviamente sono incluse, si possono lavare vetri e pyrex, ma non vetro decorato e porcellana, la ceramica è ammessa purché non sia decorata.

No ai manici di legno al madreperla o i manici incollati, evitate l’argento che potrebbe rovinarsi con il lavaggio; le pentole in acciaio e le antiaderenti vanno bene per il lavaggio in lavastoviglie, mentre quelle in alluminio, rame, ottine, ferro e ghisa assolutamente no.

Oggetti di plastica dovrebbe andar bene per il lavaggio con l’elettrodomestico, ma è sempre meglio leggere le istruzioni dietro al prodotto, infine, non si possono lavare in lavastoviglie gli oggetti da cucina troppo piccoli perché potrebbero cadere nei cestelli e quelli pieni di decorazioni delicate, si rovinerebbero.