Stampi in silicone: come usarli e conservarli

Chi di voi casalinghe non  ha mai utilizzato gli stampi al silicone per preparare dolci e cibi salati? Sicuramente un pò tutte, poiché queste cose hanno sostituito la maggior parte degli strumenti ingombranti utilizzati solitamente in cucina.

In commercio ce ne sono tanti, di diverse forme e colori per creare dolcetti in vari formati, vengono scelti soprattutto per la praticità e facilità d’uso e possono essere conservati in qualsiasi tipo di recipiente in quanto basta schiacciarli per gettarli.

Molto importante è sapere come usare gli stampini per evitare di rovinarli e mantenerli nel tempo, a questo scopo vi diamo qualche consiglio utile allo scopo.

Gli stampi in silicone, visto il materiali, sono perfetti per preparare qualsiasi cosa in quanto sono resistenti alle temperature alte del forno, ma anche a quelle bassissime del freezer.

La prima volta che li utilizzate dovete lavarli con acqua calda e sapone, mettete gli stampi sempre su placca da forno prima di riempirli, questo perchè una volta riempiti saranno difficili da maneggiare.

Uno dei lati positivi degli stampi in silicone è che non devono essere ne imburrati o infarinati visto che sono antiaderenti, ma ci dobbiamo ricordare di usare i quanti da cucina quando li maneggiamo in quanto il calore degli alimenti può riscaldare anche gli stampi.

 Quindi evitate sempre di mettere i vostri stampi vicino a fonti di calore dirette, li danneggerete irrimediabilmente e non potrete più utilizzarli. Lavate gli stampi più piccoli a mano senza metterli nella lavastoviglie. Gli stampi in silicone durano per molto tempo e non si arruginiscono in nessun modo, un motivo in più per sceglierli nelle vostre cucine.