Sindrome pre-mestruale? Mangiare broccoli e alimenti ricchi di ferro aiuta lenire i dolori

Dolori pre-mestruali? Non è necessario ricorrere forzatamente ad analgesici, ci sono degli alimenti ricchi di ferro come i broccoli che riescono ad alleviare i dolori e ad alleggerire la sindrome pre-mestruale.

 

Anche i semi di sesamo e le albicocche sembrano essere utilissimi per ridurre il forte rischio di dolori in vista del ciclo, che è una vera condanna per moltissime donne.


Sono stati i ricercatori delle università americane del Massachusetts e di Harvard a scoprire che assumendo più di 20 mg di ferro non-eme, le probabilità di soffrire di sindrome premestruale si riduce del 30-40%; parliamo di uno dei primi studi che provano una correlazione tra l’assunzione di ferro e il ciclo.

Il legame è dovuto al fatto che il ferro è coinvolto nella produzione si serotonina nel cervello che aiuta a regolare l’umore; sono state analizzate ben 3.000 infermiere per 10 anni e alla fine si è scoperto che coloro che soffrivano di forti dolori mestruali e assumevano maggiori quantità di ferro non-eme, cioè non legato a due proteine solitamente presenti nella carne, avevano meno dolore.

LEGGI ANCHE: RITARDO MESTRUALE, QUALI SONO LE POSSIBILI CAUSE?  QUANDO C’E’ DA PREOCCUPARSI?

Ovviamente si tratta solo di uno studio iniziale, ci sarà bisogno di ulteriori studi e verifiche per assicurare la certezza di questa teoria; intanto il responsabile della ricerca Elizabeth Bertone-Johnson, ha affermato che ogni donna che soffre di sindrome premestruale, dovrebbe assicurarsi di raggiungere le dosi consigliate di ferro non-eme giornaliere.