Sfoghiamo la rabbia che abbiamo dentro o ci consumerà

Sfogare la rabbia che si ha dentro è importante per evitare momenti di ansia e il nascere di malattie psicosomatiche. Cosa fare? Come comportarsi? Perché è meglio non reprimersi? Leggete.

sfogare la rabbia

In ogni individuo è nascosta un’aggressività che da energia e che se non viene lasciata libera di fluire può causare ansia e malattie psicosomatiche, per questo motivo è importante non tenersi niente dentro e sfogare.

Abbiamo litigato col partner? Il capo ci ha trattato male? Un amico si è comportato in maniera ingiusta nei nostri confronti? Se non ci lasciamo andare e sfogliano la rabbia, stiamo male.

Se la teniamo dentro, la nostra energia “buona” diventa aggressività repressa, compressa e dannosa per la salute, ma perché non ci lasciamo andare all’ira? Perchè teniamo sempre tutto dentro?

Tra le cause c’è la soggezione, la paura di perdere affetto e stima o il sentirsi vittima in partenza, inoltre, anche l’educazione influisce molto, soprattutto se ci hanno insegnato a non contraddire e rispettare.

Ma intanto l’aggressività cresce e diventa ansia, come intervenire?

Per prima cosa definiamo i sintomi delle persone che solitamente tengono tutto dentro:

  • Tensione muscolare ( i muscoli si controllano per evitare di aggredire)
  • Bruciori di stomaco ( la rabbia ci corrode dentro)
  • Cefalea pulsante ( la rabbia cerca di uscire martellando il cervello)
  • Malattie del fegato ( la rabbia va a depositarsi dove nasce l’energia primordiale)
  • Eczema alle mani ( la rabbia sfoga sulle mani che prudono)

LEGGI ANCHE: 10 CONSIGLI PER RITROVARE UN PO’ DI FIDUCIA IN SE STESSE, PERCHE’ NOI VALIAMO

Cosa fare?

Abbiamo un attacco di rabbia o sentiamo salire l’ansia? Abbiamo voglia di spaccare qualcosa? Bene, la prima cosa da fare è protestare con un gesto forte ma senza mettersi nei guai:

– Prendete un vecchio giornale, strappate alcune pagine e fatele a pezzetti, gridate ad ogni strappo se vi fa sentire meglio, urlate e tirate fuori la rabbia.

– Dopo qualche minuto di pausa, recuperate i pezzi che più vi piacciono e costruite nuovamente le immagini con forme nuove, seguendo la fantasia.

I rimedi naturali

Per trasformare la rabbia in un’arma creativa prendiamo il fiore di Back Holly, 4 gocce 4 volte sotto la lingua e vaporizziamo nell’aria della casa l’olio essenziale alla cannella.

Ricordate: non tenetevi tutto dentro, sfogatevi, urlate, gridate e reagite ne va delle vostra salute psico-fisica.