Scopre che il figlio è gay, il padre scrive una meravigliosa lettera piena d’amore e libera da pregiudizi

Siamo già nel 2017 ma l’omosessualità continua ad essere vista come un problema serio, qualcosa di cui dover discutere e nei casi più gravi, dover curare. Non tutti riescono ad accettare un figlio gay, non è semplice per nessun genitore, in Italia sono in tanti ancora a non riuscire ad accettare un figlio o  un amico gay.

Questo è uno dei motivi per il quale molti ragazzi non riescono a raccontarlo e a confessarlo ai genitori.

Temono di non essere accettati, di ricevere ripercussioni da parte di amici o conoscenti, di essere vittima di bulli o che qualcuno possa fagli del male. Per fortuna ci sono anche persone di buon senso e genitori che accettano un figlio gay.

Nella storia che vi stiamo per raccontare il padre scopre che il suo giovane figlio è gay e decide di supportarlo scrivendogli una lettera, perchè si sa, spesso non si riesce a dire a voce quello che si ha nel cuore, ma se si rimane un pò da soli in silenzio ascoltando il proprio cuore, ecco che le parole più giuste, quelle che non hai il coraggio di dire guardando negli occhi, escono fuori come per magia ed è tutto più facile leggerle e dedicarle.

La lettera è piena d’amore, libera da pregiudizi, una lettera che molti genitori dovrebbero leggere. Il padre di cui vi stiamo parlando ha sentito il figlio litigare al telefono con il compagno, Nate aveva paura di non essere accettato dai genitori e che non gli avrebbero più voluto bene una volta scoperta la verità.

Proprio per questo il padre ha deciso di scrivere una lettera che gli faccia capire l’amore che prova per lui.


La lettera è diventata subito virale su molti social e dice questo:

La notte scorsa ho sentito la tua conversazione telefonica con Mike sui tuoi programmi di venire da me e fare coming out. L’unica cosa di cui ho bisogno è che tu porti a casa il pane e OJ dopo le lezioni. Siamo fuori, come te adesso.
Ho saputo che eri gay quando avevi sei anni, ti ho amato da quando sei nato.
Papà

Post scriptum: tua madre e io pensiamo che tu e Mike siate una bella coppia.

Speriamo che questa lettera possa servire d’esempio a molti genitori.


IL FIGLIO PREFERITO, ESISTE DAVVERO? IL TABÙ DEL FIGLIO PREDILETTO: LA MIA STORIA

IL NOME DEL FIGLIO DEVE SCEGLIERLO LA MAMMA: IL CONSIGLIO DEL DOTT. RAFFAELE MORELLI


fonte: notizie.it