Tragico errore di un infermiera in sala parto: la mamma entra in coma e il piccolo muore

Errore gravissimo in sala parto a causa di un dosaggio troppo alto di morfina, una donna durante il travaglio finisce in coma e il bimbo che stava per nascere è morto.

Il nome della donna è Mansurin ‘Sarah’ Hassan, ha 28 anni, e avrebbe ricevuto 100 milligrammi di farmaco invece di 10 mg per alleviare il dolore mentre dava alla luce il figlioletto Zyeed nell’Australia occidentale.

Leggi anche: CERCASI DONATORI DI COCCOLE PER NATI PREMATURI

UN GRAVE ERRORE MEDICO

Una disattenzione, un errore medico, sarebbe la causa del dramma

Un errore, una distrazione che è costata cara ad una famiglia che si preparava a vivere il momento più bello della vita, quello della nascita di un figlio e invece mentre la donna era in travaglio in ospedale nella speranza che tutto andasse bene, ha chiesto, viste le dolorosi contrazioni, una dose di morfina per alleviare la sofferenza ma l’infermiera dopo averle iniettato la dose ha indotto la donna in un profondo sonno.

Il cesareo d’urgenza

Fino all’indomani mattina la donna era ancora priva di sensi ed è entrata in coma, si è reso necessario così un cesareo d’urgenza.

Durante le ore successive ha riportato danni a cuore e polmoni ed è stata trasportata in terapia intensiva.

Fortunatamente si è risvegliata ma ha saputo della tragica fine del suo piccolo e di cosa fosse successo.

Avevano provato ad avere un figlio per 5 anni

Da ben 5 anni la coppia aveva cercato di avere un bambino prima di Zyeed, ma proprio sul più bello tutti i sogni sono stati infranti in pochi minuti. L’ospedale ha avviato un’indagine approfondita sull’incidente parlando di un tragico evento. L’ostetrica e l’infermiera sono state licenziate mentre la madre anche se si va riprendendo lentamente, non si sa se ha riportato danni permanenti secondo quello che riporta il Sun

Leggi anche: BASTA ABUSI IN SALA PARTO