Rubinetteria: come eliminare le fastidiose macchie di calcare

Sono tanti i prodotti che si possono adoperare per eliminare il calcare dai rubinetti. Come fare, in modo naturale, per non danneggiare la cromatura? Leggete.

rubinetteria_bugnatese_lem2

Le macchie di calcare che si formano sui rubinetti di casa dopo un pò di tempo danno un aspetto vecchio e trasandato oltre che davvero poco igienico, ci sono tanti modi per eliminare il problema usando prodotti naturali vediamo un modo naturale che non intacchi la cromatura della nostra rubinetteria.

LEGGI ANCHE: COME FARE UN ANTICALCARE IN CASA CON PRODOTTI NATURALI

Le macchie di calcare, che si formano sulla rubinetteria di casa, a lungo andare danno un aspetto trasandato e vecchio, oltre che poco igienico. Ovviamente ci sono vari modi per intervenire ed eliminare il problema. Vediamo come poter utilizzare prodotti naturali in modo da non danneggiare ulteriormente la cromatura dei nostri rubinetti.

Occorrente:


Aceto di vino bianco puro o succo di limone

cotone idrofilo (garza)

panno morbido

  1. In commercio ci sono parecchi prodotti adatti a questo problema, ma possono contenere sostanze chimiche che a lungo andare rovinano la rubinetteria e formano macchie di ruggine orribili e difficilissime da togliere. Cambiare rubinetteria costa, quindi usiamo prodotti naturali per pulirla, eliminare le macchie, senza rovinarla. Possiamo adoperare rimedi naturali come limone, aceto, che puliscono e disinfettano, donano lucentezza e splendore. Vedrete, torneranno come nuovi.
  2. Versiamo una piccola quantità di aceto (non diluito) su una spugna che usiamo per pulire i sanitari strofiniamo sulla superficie dei rubinetti e insistete nelle zone dove sono più ostinate le macchie di calcare. Pulite attorno la base del rubinetto e versate l’aceto sul cotone idrofilo, avvolgetelo intorno alla zona da pulire, senza strizzarlo, il cotone deve essere imbebuto bene e lasciate agire per almeno un’ora, ripetete l’operazione se fosse necessario.
  3. Se ci sono incrostazioni anche vicino all’imbocco dell’erogazione del rubinetto prendete un bicchiere di plastica o un piccolo barattolo di vetro e riempitelo di aceto, posizionatelo sotto al rubinetto lasciandolo immerso nel liquido. Attaccatelo con uno strofinaccio per non farlo muovere e lasciate agire per mezz’ora.
  4. Appena trascorso il tempo sciacquate bene con l’acqua, meglio se calda e passate un panno morbido per asciugare, se l’odore dell’aceto non dovesse risultare piacevole utilizzate il limone, procedendo alla stessa maniera, il risultato è uguale ma il profumo di limone sarà sicuramente più gradevole, usando prodotti naturali aiuteremo anche l’ambiente. Per evitare che si riformi il calcare sulla rubinetteria ripetete questa operazione ogni tanto, i rubinetti saranno così sempre splendenti, come nuovi.
Si raccomanda di usare i guanti in lattice o di gomma durante il procedimento per non farle screpolare.