Ragazzino vittima di bullismo muore per overdose – La madre resterà in lacrime dalle sue ultime parole

Il bullismo scolastico deve essere affrontato il più rapidamente possibile. In quanto può avere conseguenze fatali.

Julie Steward esorta gli altri genitori ad affrontare il bullismo prima che sia troppo tardi. Suo figlio si è tolto la vita perché non poteva più combattere i bulli.

Simon era stato vittima di bullismo per tutta la vita a scuola. Sua madre, Julie, ci dice che il ragazzino era più a suo agio con le persone adulte. È stata spesso lasciata fuori con i bambini della stessa età. Il ragazzino aveva alcuni buoni amici a scuola, ma ciò non ha impedito agli altri bambini di maltrattarlo.

Bullismo fatale

Il bullismo è iniziato in età prescolare quando i bambini iniziarono a rubare le sue cose e inventarono soprannomi dispregiativi. Alla scuola elementare, la situazione si è intensificata molto rapidamente e Simon non ha più apprezzato la scuola. Alla fine, il bullismo ha portato i genitori a prendere seriamente in considerazione l’istruzione a casa.

Ha pregato ogni domenica sera di non andare a scuola il giorno seguente, dice madre Julia.

-Era così coraggioso che alla fine cercò di fermare i bulli.

La vita è cambiata in un istante

La mamma dice che nei fine settimana e nei giorni festivi, il ragazzino si comportava bene. Un giorno, la vita familiare è cambiata in un batter d’occhio. Julie non dimenticherà mai il giorno in cui suo figlio si è tolto la vita.

Simon ha lasciato presto la scuola per un amico. Il quindicenne ha inviato a sua madre un messaggio di testo il 28 marzo 2014

Non posso più continuare così, scrisse Simon in un messaggio.

Julie ha scoperto che Simon era partito per la scuola con un amico. La madre si affrettò verso l’amico del figlio, dove le fu data una brutta sorpresa. Simon aveva ingerito diverse compresse. Il ragazzino è stato portato di corsa in ospedale in ambulanza, anche se era cosciente.

È caduto in coma

Due giorni dopo, è stato trasferito al reparto di terapia intensiva. Julie afferma che l’intera situazione è stata molto angosciante per suo figlio. Simon aveva mostrato rimorso e non voleva morire. Simon disse a sua madre che era triste e voleva porre fine alla sua sofferenza ingoiando le compresse. Tuttavia, non era pronto a morire.

Simon stava pian piano migliorando fino a quando la sua situazione non è crollata all’improvviso. Il ragazzino cadde in coma e la famiglia si preparò a dire addio al suo amato figlio.

Le ultime parole

La madre scoppiò a piangere dopo aver ascoltato le ultime parole di suo figlio. Simon fece a sua madre una domanda toccante, dopo di che si addormentò.  

Mamma, sto per morire? chiese Simon sul letto di morte.

Julie spera vivamente che il bullismo scolastico venga preso sul serio. La madre ha perso suo figlio a causa di un bullismo prolungato e grave.

Il bullismo lascia cicatrici permanenti. Le persone devono tenere presente che può avere conseguenze fatali.

Riposa in pace, Simon!

Condividiamo questa storia con tutti!