PROBLEMI ALLA TIROIDE? NO AI FANGHI D’ALGA PER COMBATTERE LA CELLULITE

I fanghi d’alga sono stati osannati come la soluzione miracolosa contro gli inestetismi della cellulite ma a quanto pare sono sconsigliatissimi per le donne che hanno problemi di tiroide o pelle sensibile, nonché quelle in gravidanza e in allattamento.

Il medico estetico Maria Grazia Caputo, che lavora presso l’ambulatorio di medicina estatica dell’ospedale Fatebenefratelli di Roma ha spiegato che è necessario abbandonare l’idea che questi fanghi facciano miracoli, benché possano avere qualche efficacia a livello superficiale.

fanghi-dalga


«Purtroppo esiste un’informazione distorta -perché questi prodotti vengono propagandati come la panacea del trattamento della cellulite. In realtà non è assolutamente così. Sono tutti trattamenti che possono avere una qualche efficacia ma soltanto a livello superficiale» ha spiegato la dott.ssa Caputo.

I SINTOMI CHE ACCOMPAGNANO I PROBLEMI PIU’ COMUNI DELLA TIROIDE

Problemi di tiroide? Prova a risolverli con rimedi naturali

Infatti, secondo l’esperta, possono migliorare la compattezza della pelle, il tono e renderla più levigata ma non sono un reale trattamento terapeutico. I fanghi d’alga devono essere usati con precauzione, vanno applicate sulla cute integra e in buono stato. Inoltre, ci sono pareri univoci sulla possibilità che questo fango possa interferire con la funzionalità della tiroide, il dosaggio degli ormoni e l’eventuale livello di iodio nell’organismo.

PROBLEMI DI PESO: E SE DIPENDESSE DALLA TIROIDE?

FONTE