Il garante della Privacy prende un’importante iniziativa dopo le numerose violazioni da parte di Tik Tok

Dopo l’ultima tragedia riguardante la bambina di Palermo che si è tolta la vita in un tragico incidente per una partecipazione ad una challenge su Tik Tok, il Garante della Privacy ha finalmente preso un’importante decisione.

Questo a seguito del dramma accaduto a Palermo, difatti adesso di è deciso il blocco immediato dell’uso dell’app per gli utenti che non hanno ancora accertato con sicurezza l’età anagrafica, il provvedimento è stato preso d’urgenza.

A Dicembre si era già contestato alla direzione della famosa app, una serie di violazioni: scarso controllo sulla tutela dei minori, facile aggirare ogni controllo e divieto previsto dalla piattaforma per i minori di età inferiore ai 13 anni.

Quindi sarebbero poco definite e tutelate le impostazioni della privacy.

In attesa di ricevere un riscontro si è deciso un ulteriore intervento in modo di assicurare la giusta tutela ai minori iscritti al social presente in Italia, quindi l’Autorità ha di fatto vietato a Tik Tok il trattamento dei dati degli utenti perchè non c’è una sicurezza e una verifica accertata sull’età anagrafica degli stessi.

Il divieto durerà fino al 15 febbraio, entro questa data si potranno prendere se necessari, ulteriori provvedimenti per la tutela dei minori.

Il blocco momentaneo è stato portato all’attenzione dell’Autorità irlandese perchè è li che ha la sede uno dei social più famosi al mondo.