Piccoli lavori in casa da fare? Da oggi c’è il “marito in affitto”

Le donne di questo millennio pagherebbero per avere un “marito in affitto” e a quanto pare lo farebbero letteralmente al punto di indurre un gruppo di uomini a creare delle vere e proprie agenzie di uomini in affitto.

 

L’uomo efficiente, rapido, che fa tutto e non discute? Esiste e non è nemmeno molto costoso. Basta cercare in rete il “marito” più vicino e prenotare il servizio, si stimano circa 200 chiamate a settimana, il noleggio base è di un’ora e il costa è di 20-30 ogni 60 minuti.

Questa soluzione piace molto alle single ma anche a quelle donne che un marito ce l’hanno, ma ogni volta che chiedono aiuto, ricevano un no come risposta.


Il compagno della vostra vita è svogliato? Non ci sono problemi, pagatene uno. Ed ecco che sono nati lavori come “marito in affitto”, “marito ad ore”, o “marì a louer”.

Tra i servizi più richiesti : montare mensole, aggiustare ante dell’armadio, sistemare le prese. L’85% delle richieste avviene da donne, per metà sposate e per metà single, mentre il 15% da uomini che pur di liberarsi dall’incombenza, pagherebbero qualsiasi cifra.

Il servizio è attivo in 19 regioni italiane e in 12 paesi esteri, anche in Russia, dove il costo è di 50 euro l’ora.

Molte le testimonianze di donne che si sono trovate benissimo con il servizio e che ringraziano questi uomini che si danno da fare a differenza dei mariti.

 La sociologa Chiara Saraceno ha spiegato così questo fenomeno: “Molti uomini non sono capaci di fare lavori domestici e, soprattutto non hanno il tempo. In più è utile in tempi di crisi. Già negli anni ’70 gli operai della Fiat cassaintegrati arrotondavano con lavori a pagamento. Quello che mi stupisce è la scelta di usare quel termine coniugale che rivela una mentalità stereotipata.  Non ci si sposa certo per avere un uomo che sistema l’antenna della tv o una donna che sappia cucinare. Ricordo il protagonista di un romanzo che “affitta una schiena” ed esegue piccoli lavori. Forse sarebbe uno slogan più appropriato per descrivere quello di cui tutti abbiamo bisogno. Senza doverlo sposare”.

LEGGI ANCHE: QUALI SONO GLI INCIDENTI DOMESTICI PIU’ FREQUENTI? C OME EVITARLI?