ora la mamma vuole avvertire della tendenza fatale tra i giovani

I social media sono uno strumento eccellente per condividere tendenze e influenzare gli altri. In nessun luogo le cose possono diffondersi così rapidamente come in questi canali, motivo per cui diversi gruppi e movimenti crescono lì.

Ma il potere dei social media è tutt’altro che positivo. Le tendenze pericolose per la vita si diffondono come incendi lì, e bambini e giovani possono correre gravi rischi.

Nuova tendenza pericolosa per la vita

L’ultima tendenza è più folle di molte altre e associata al pericolo di vita. Quel che è peggio è che i giovani lo fanno per ottenere “Mi piace” sui social media.

Una madre il cui figlio è diventato vittima inconsapevole in una simile sfida ora esce con un avvertimento e un appello a tutti i genitori con i bambini.

Quando il figlio di Valerie Hodson è stato colpito così duramente nel parco giochi che è rimasto incosciente, si è rivolta a Facebook per incoraggiare i genitori a parlarne con i loro figli.

“Mercoledì scorso a mio figlio è stato chiesto se voleva prendere parte a una gara di salto con i suoi due ‘amici’. Quando balzò in piedi, i due ragazzi gli diedero un calcio più forte che potevano, in modo che le gambe lo gettassero più lontano possibile.

Danno alla testa e diversi punti sul viso

Cadde pesantemente e rigido sulla schiena, ha battuto la testa e, mentre lottava per alzarsi, perse conoscenza. Cadde in avanti con la faccia spiaccicata per terra. Mentre lo staff della scuola si precipitava verso di lui, gli altri due ragazzi ridevano divertiti mentre il suo corpo inconscio giaceva sull’asfalto.

Poi la corsa veloce fino in ospedale. Aveva avuto un trauma cranico, punti sul viso, graffi multipli e due denti erano stati colpiti, quindi dovevo tenerli d’occhio.

Questo è apparentemente uno scherzo che pubblicano sui social che prevede di essere ripreso per ottenere like e visualizzazioni dal social media.

Questo non va bene, e francamente, se i tuoi figli lo fanno per piacere, allora hai fallito come genitore”, scrive la madre nel suo appello su Facebook.

Video su alcuni altri ragazzi che hanno pubblicato la sfida su YouTube. Ecco come va.

Il post è stato condiviso più di 40.000 volte al momento della stesura del presente documento, il che è positivo vedere come speriamo che il maggior numero possibile di genitori ne parli con i propri figli. Nessuno dovrebbe soffrire per questa follia. Sentiti libero di condividere.