La madre con demenza ricomincia a ricordare – Dopo che il figlio gli ha dato due alimenti inaspettati

Tre anni fa, Mark Hatzer si rese conto che sua madre Sylvia di 82 anni mostrava i primi segni di demenza.

È andato così lontano che è stato costretto a portarla in ospedale quando è diventata un pericolo anche per se stessa.

La malattia è diventata così grave che Sylvia non ha nemmeno riconosciuto suo figlio e ad un certo punto ha accusato le infermiere di aver cercato di rapirla.

Tuttavia, secondo il quotidiano britannico  Manchester Evening News , ha seguito una certa dieta per mesi ed è stata in grado di riguadagnare la memoria.

Forse, da prendere con le pinze, questa potrebbe essere una svolta rivoluzionaria nella lotta contro la demenza …

Notizie locali su Facebook / Preston

Il padre di Mark Hatzer morì di infarto nel 1987, di conseguenza quando sua madre di 82 anni sviluppò la demenza, era preoccupato che avrebbe presto perso entrambi i genitori.

Alla mamma sono state prescritte medicine per la sua malattia, ma Mark le considerò inutili. Inaspettatamente, ha progettato una dieta speciale per combattere la demenza, che era rapidamente giunta ad uno stadio avanzato.

Foto: YouTube

Dopo approfondite ricerche, Mark ha scoperto che la demenza era meno comune nei paesi del Mediterraneo. Allora iniziò a pensare che non poteva essere solo una coincidenza.

La dieta mediterranea combatte la demenza?

Non pensava che fosse l’aria o il caldo – stava considerando qualcosa di completamente diverso.

Ha cercato di dare a sua madre lo stesso tipo di cibo tipicamente consumato nei paesi del Mediterraneo.

Tutti conoscono il pesce, ma ci sono anche mirtilli, fragole, noci e così via – questi cibi hanno apparentemente la forma di un cervello per darci un segno che sono buone per esso”, ha detto Mark al  Manchester Evening News .

Facebook / Matthew Manning

Sylvia ha anche iniziato a consumare broccoli, avena, patate dolci, tè verde e cioccolato fondente.

Dopo mesi di questa dieta rigorosa, iniziò lentamente a recuperare la memoria. È stata una trasformazione incredibile.

Non è stato un miracolo dall’oggi al domani, ma dopo un paio di mesi ha iniziato a ricordare cose come i compleanni e stava tornando ad essere la mamma che conoscevo!”, ha detto Mark.

“La gente pensa che una volta che hai ricevuto una diagnosi la tua vita è finita. Avrai giorni buoni e cattivi, ma non deve essere la fine. “

L’Associazione Alzheimer in Gran Bretagna è positivamente impegnata nella dieta che ha cambiato Sylvia. Le persone hanno apertamente offerto il loro supporto e condiviso ricette, esercizi ed ingredienti sui blog.

È incredibile vedere come Sylvia, insieme a Mark, abbia preso provvedimenti per creare un piano personale che funzioni bene per la sua diagnosi di demenza“, ha affermato Sue Clarke della Alzheimer’s Society.

Continua:  “Attualmente non esiste una cura o un modo per prevenire la demenza, ma con un esercizio fisico regolare, una dieta sana ed esercizi cognitivi, puoi aiutare a gestire la malattia in modo più efficace.”

PIxabay

Il dottor Doug Brown, capo della ricerca sull’Alzheimer’s Society, afferma che stanno ancora aspettando “prove” da importanti studi scientifici prima di poter dire con certezza se un cambiamento nella dieta può ridurre il rischio di demenza.

Una dieta sana ed equilibrata può ridurre il rischio di malattie cardiache, cancro e ictus, quindi è probabile che mangiare sano sia un ottimo modo per prendersi cura anche della salute del cervello“, ha detto Brown alla  BBC .

L’ho fatto per mia mamma – ha fatto tutto il duro lavoro – ma se ciò che abbiamo ottenuto può essere di beneficio anche per gli altri, sarebbe fantastico“, afferma Mark.

In onore della scoperta potenzialmente rivoluzionaria di Sylvia e Mark, l’82enne è stata invitata quest’anno alla festa estiva della Regina Elisabetta.

Wikipedia

Che notizia incredibile! CONDIVIDI questa storia per spargere la voce a tutta la famiglia e gli amici!