Sign in / Join

LA COMMOVENTE RISPOSTA DELL’ASSISTENZA LEGO AD UN BAMBINO, LEGGETE

ninjago legoLuka è un grande appassionato di Lego e decide di mettere da parte tutti i risparmi per compare il set NinjaGo, dopo un po’, a causa della sbadataggine perde uno dei personaggi del set, il papà lo incoraggia a scrivere una mail all’assistenza clienti Lego e lui lo fa:

“Ciao.
Il mio nome è Luka Apps ed ho 7 anni.
Con tutti i miei risparmi di Natale mi sono comprato il kit NinjaGo del Predatore Ultra Sonico.
Il numero è il 9449. E’ davvero molto bello.
Papà mi ha portato da Sainsbury e mi ha detto di lasciare i personaggi a casa ma io li ho portati con me ed ho perso Jay ZX al negozio perchè mi è caduto dal cappotto.
Sono davvero dispiaciuto d’averlo perso. Papà mi ha detto di spedirvi una mail per vedere se è possibile averne un altro.
Prometto di non portarlo mai più al negozio se me lo spedite.
Luka”

Il servizio clienti, con l’incaricato Richard, ha dato una risposta che ha commosso la rete:

LA SCOPERTA DI UNO SCIENZIATO ITALIANO: LA MACCHINA SVELA TUMORI, MA LO STATO LA SNOBBA

SECONDO UNO STUDIO I FIGLI MAGGIORI SONO PIU’ INTELLIGENTI, SARA’ VERO?

“Luka, Ho detto al sensei Wu che la perdita di Jay è stato solo un incidente e che mai e poi mai avresti fatto in modo che si ripetesse.?Mi ha quindi incaricato di dirti:”Luka, tuo padre sembra davvero una persona molto saggia. Devi sempre proteggere i tuoi personaggi NinjaGo come i draghi proteggono le armi di Spinjitzu!”.?Il Maestro Wu mi ha anche detto che va bene spedirti un nuovo Jay e di aggiungerci anche un piccolo extra perchè chiunque risparmi tutti i suoi soldi di Natale per comperare il Predatore Ultrasonico deve essere davvero un grande fan di Ninjago.
Quindi, spero ti godrai il tuo Jay con tutte le sue armi. Avrai in realtà l’unico Jay che combina 3 differenti personaggi in uno ! Ti spedirò anche un cattivo con cui farlo combattere!
Solo ricorda ciò che ti ha detto il Maestro Wu : proteggi i tuoi personaggi come le armi di SPinjitzu e dai sempre retta al tuo Papà.”

Ciò che più ha colpito non è tanto la premura della Lego quanto la capacità di Richard di trovare le parole adatte per dare vita a quel mondo di cui Luka è appassionato. Che sia una storia vera o una mossa pubblicitaria non è dato saperlo, ma se fosse la prima opzione è bello sapere che c’è ancora chi viaggia con la fantasia e la preferisce al mondo tecnologico attuale, non credete?

FONTE

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi