Infuso d’origano in difesa del cavo orale

origano infuso

L’origano è una pianta aromatica molto utilizzata in cucina, viene usate per insaporire piatti ma ha anche una forte azione medicinale, ottima contro i disturbi dovuti alla cattiva digestione, ma anche all’emicrania e alla flatulenza.

Il suo nome deriva del greco oros (monte) e ganos ( splendore), quindi vuol dire letteralmente “monte splendido”, questo perchè quando fiorisce le sue corolle rosate ricoprono le colline donando un effetto visivo bellissimo.

Come abbiamo detto, l’origano non ha solo virtù digestive ma anche antibatteriche, antisettiche e antifungine grazie all’azione dell’olio essenziale contenuto nella pianta. Se diluito con un olio base, come quello di mandorle dolci o jojoba, può essere usato con successo contro il piede d’atleta, un’affezione fungina che colpisce il piede creando spaccature dolorose tra dito e dito.

LEGGI ANCHE: CURA LE INFIAMMAZIONI DI BOCCA E GOLA CON IL BASILICO



Aggiungendo qualche goccia di olio essenziale in un bicchiere d’acqua depurata, si può creare un ottimo collutorio antibatterico utile per gengiviti, infiammazioni del cavo orale e della gola. Ottimo anche per il mal di denti.

L’origano, sotto forma d’infuso, è molto efficace contro le infezioni del cavo orale, contro il mal di testa e la tosse, grazie alla sua azione sedativa e fluidificante.

Come si prepara?

Mettete in infusione per 10 minuti 15 grammi di origano in un litro d’acqua, quando questa sarà in ebollizione; alla fine filtratela, berne 2-3 tazze al giorno dolcificando con un cucchiaino di miele.

Se in primavera avete problemi di sanguinamento di gengive, dopo il lavaggio è utile massaggiare sul colletto dei denti una goccia d’olio essenziale di origano, ha un effetto rinfrescante e antibatterico.