Ha perso 50 kg grazie ad una sana dieta e alcuni preziosi accorgimenti che vuole condividere con tutti

Quando avevo 18 anni, evitavo di guardarmi allo specchio. Ho imparato a distogliere lo sguardo sempre perché non volevo vedere la verità – pesavo quasi 140 chilogrammi.

Ma un giorno in auto ho visto la figura riflessa su di essa. Non ho riconosciuto l’uomo che mi fissava.

Mi sono seduto in macchina e ho pianto. A casa ho detto a mia madre per la prima volta che non potevo più sopportarlo e che dovevo fare qualcosa per perdere tutti quei chili. Quello fu l’inizio di un lungo viaggio in cui persi oltre 50 kg di peso.

Nel corso del tempo, ho imparato cose che avrei dovuto impararlo molto prima. Ecco perché, di seguito, ti dirò come ho perso così tanto peso.

Inizia in una nuova vita

Sono sempre stato consapevole di essere in sovrappeso e che questo influenzava anche la mia vita quotidiana. È stato un incubo guardarsi allo specchio o fare shopping per i vestiti. Inoltre ho sempre avuto la sensazione di non essere uguale agli altri.

Prima e dopo: da quasi 140 chilogrammi a 81 chilogrammi

Nuove abitudini

Quindi, quando ho deciso di perdere peso, la prima cosa da fare era guardare quali piatti erano salutari nel mio menu. Sono rimasto scioccato nel rendermi conto che le mie abitudini alimentari permanenti erano tutt’altro che sane.

Potrebbe sembrare un po paradossale, ma la paura del cibo grasso era fondamentalmente uno dei motivi principali per cui ero così sovrappeso. Per tutta la vita ho sentito che il grasso è la ragione per cui hai troppi chili sulla bilancia. Ma man mano che approfondivo l’argomento, mi sono reso conto che i prodotti a ridotto contenuto di grassi erano peggiori delle loro alternative normali.

La ragione di ciò è che i prodotti a ridotto contenuto di grassi di solito contengono più zucchero. Oggi sappiamo che lo zucchero e i carboidrati combinati fanno sì che le persone aumentino di peso. Quindi, quando mangi zucchero e carboidrati, il tuo corpo produce insulina e questo ormone può portare ad un aumento di peso.

Un piatto tipico a basso contenuto di carboidrati per Jannik.

La farina è zucchero

Di conseguenza, ho anche scoperto che la farina è tutt’altro che utile. La farina finemente macinata che conosciamo oggi non può essere paragonata a quella che mia nonna usava quando era piccola.

Il latte, il pane bianco e la pasta forniscono anche un alto valore di zucchero nel sangue e quando mi sono reso conto di tutto, ho pensato: “Beh, almeno ho ancora patate e riso”. Ma questi ingredienti possono portare a un peso maggiore.

“Ma il corpo ha bisogno di carboidrati per funzionare, specialmente il cervello”, ho notato. Ma mentre ci pensavo, mi sono reso conto che l’umanità è sopravvissuta per migliaia di anni senza i carboidrati e l’amido che mangiamo oggi.

Cosa mi ha davvero aiutato

Ho imparato che, se presti molta attenzione a quanti carboidrati consumi (mangio meno di 20 grammi di carboidrati al giorno), lo chiami una dieta chetogenica (o dieta cheto). Quindi il corpo usa le proprie riserve di grasso come energia.

Dopo non riuscire a contare le calorie, mangiare porzioni più piccole e provare più diete, ho pensato che fosse un esercizio inutile. Ma quando ho cambiato idea, ho visto i primi risultati.

Purtroppo, quello che è successo a molti altri anche quando smettono di stare, è successo anche a me: stanno aumentando di nuovo. 

Immagini dell’anno 2012 e 2018.

Sono intollerante ai carboidrati?

Ogni volta che ho perso peso, ho cercato di tornare alle mie “normali” abitudini alimentari e di mangiare porzioni “a grandezza naturale”, ma questo mi ha fatto crescere di nuovo. Poi mi è stato detto qualcosa chiamato ” intolleranza ai carboidrati ” e quando sono rimasto per molto tempo a una dieta rigorosa a basso contenuto di carboidrati, è successo qualcosa al mio corpo.

Perdere peso dopo i 40 anni? Io ci sono riuscita, ecco la dieta della nutrizionista!

Esistono poche ricerche sull’intolleranza ai carboidrati, ma questo mi è bastato solo per attaccare grasso e proteine.

La prima cosa che mi ha colpito quando ho omesso completamente i carboidrati è che non avevo più l’acne sulla schiena. E in qualche modo ho anche avuto la sensazione di non essere più così nebbioso nella testa.

Dopo aver provato questa dieta per un po, ho notato che avevo più energia e la voglia di uscire e camminare. Ecco perché ho comprato le scarpe da corsa e ho iniziato ad allenarmi, e da allora è stato solo in salita.

“Oggi mi alleno tutti i giorni. Certo, mi diverto molto più che all’inizio. “

Tutto il mio corpo si è guarito in qualche modo. La mia pelle è migliorata, il mio stomaco si è sentito meglio, ho dormito meglio ed ero anche più felice. Non avevo più bisogno di medicine che dovevo prendere a causa di una varietà di disturbi.

Gli alimenti che aiutano a dimagrire e ad abbassare il colesterolo

Ora che so quanto sia importante essere in buona salute, prendo sempre attenzione al cibo che aggiungo al mio corpo.

In ogni caso, a volte la strada per una nuova vita era difficile, ma dovevo fare quegli errori per arrivare dove sono ora.

La lezione più importante

La cosa più importante che ho imparato in tempo era capire il valore della sconfitta. Se si tratta di uno, quindi aprire immediatamente altri modi.

Una volta ho sentito quanto segue: “La definizione di follia è fare la stessa cosa ancora e ancora e aspettarsi un risultato diverso”.