Aprile 7, 2021

Alessandro Giordano

Giovanna Botteri dice la sua sul caso Denise e la televisione russa: "Trasmissione disgustosa"

Nelle ultime ore sta succedendo di tutto, dopo la scoperta dello strano tweet da parte del conduttore russo, molti stanno perdendo le speranze su Olesya.

In molti credono che si stia esagerando con il nascondere informazioni che Piera Maggio e il suo legale attendono da giorni, la trasmissione russa vuole cavalcare l'onda del caso Denise.

Giovanna Botteri attacca la televisione russa

Nella puntata di ieri a "la vita in diretta", il conduttore Alberto Matano ha avuto la possibilità di ospitare in studio Giovanna Botteri, che ha voluto dire la sua su tutto quello che sta accadendo sul caso Denise.

Pubblicità

La giornalista Rai crede che il modo di trattare la storia di Olesya sia del tutto sbagliato, soprattutto nei confronti di Piera Maggio, la madre che cerca Denise Pipitone da oltre 17 anni, ha bisogno di risposte e non di attese:

Stanno giocando sulla pelle di una donna che da diciassette anni soffre in modo terribile perché le hanno tolto la figlia, Ho seguito questa vicenda dall’inizio, sono un’amica di Federica Sciarelli, afferma la Botteri, facendo anche un termine di paragone con il programma chi l'ha visto:

"Chi l’ha visto è un programma che aiuta le persone, fa servizio pubblico. La logica tra Chi l’ha visto e la trasmissione russa è totalmente opposta, Quel programma sta giocando sul dolore e sulla pelle di Piera Maggio. Questa scelta cinica di non svelarle la verità se non in diretta, per avere la sua gioia o la sua delusione, è una cosa disgustosa", riferisce la giornalista, che conclude dedicando qualche parola a Piera Maggio:

Tutta la mia solidarietà alla signora Piera, io spero che questo serva almeno a spingere le ricerche per trovare sua figlia

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram