Fogli di alluminio, comodi e pratici ma su alcuni cibi non vanno usati: ecco perchè

Usiamo spesso i fogli di alluminio in cucina per conservare i piatti e i resti di cibi che avanzano o per la preparazione di alcune ricette.

Un prodotto utile che non può mancare mai negli scaffali della nostra cucina ma è importante sottolineare e conoscere i vari usi fino in fondo per non commettere errori, anche i fogli di alluminio hanno i loro pro e contro.

Sono diversi gli alimenti che usiamo conservare con i fogli di alluminio, formaggi, sughi, lievito, salumi, c’è una percentuale che resta in questi alimenti ma è molto bassa e non dannosa per l’uomo anche se ingerita, l’organismo inoltre la rimuove subito tramite sudorazione o processo renale quindi non è particolarmente nociva per la nostra salute.

Ci sono però altri cibi e ingredienti che se rimangono a contatto con l’alluminio possono diventare pericolosi per il nostro organismo, ecco quali:

Scopri in quali cibi bisogna evitare di usare l’alluminio!

Se si usa per la cottura dei cibi è consigliabile che questi si consumino in fretta e che non si conservino per diversi giorni perchè a lungo andare potrebbero risultare dannosi.

Si usa anche per la conservazione dei cibi in frigorifero e va bene basta che sia a 5° perchè questa è la temperatura ideale per bloccare il passaggio delle particelle di alluminio sull’alimento.

Gli alimenti da tenere lontano sono: passata di pomodoro, aceto e pomodori.

Le vaschette di alluminio, ad esempio, non dovrebbero mai essere utilizzate per conservare agrumi e pomodori, specialmente il limone e qualsiasi prodotto a base acida.

Non ponete mai alimenti caldi nelle vaschette ma lasciate raffreddare per una mezz’ora e poi sistemate il tutto nel contenitore di alluminio.

Le pentole e caffettiere in alluminio è consigliabile non inserirle in lavastoviglie perchè con le alte temperature e i detersivi si potrebbero rovinare per l’ossidazione, la caffettiera va lavata solo con acqua e mai con detersivo o sostanze chimiche.