Errori che spesso commettiamo durante la cottura del riso

Quando pensiamo a cucinare il riso si crede sia in fondo molto semplice, basta riso, acqua e una presa di sale, ma solo in teoria, la pratica è un pò diversa. Intanto è giusto sottolineare che sono diversi i modi per cucinare il riso ma tutti hanno un dettaglio comune che è utile conoscere se si vuole ottenere un riso perfettamente cucinato, delizioso che non bruci o risulti troppo duro. Scopriamo insieme quali sono gli errori principali nella preparazione del riso.

1. Corretta proporzione di acqua

Una delle cose fondamentali per preparare un buon piatto di riso è fare attenzione alla quantità di acqua che si intende utilizzare, la tecnica standard consiste nel mettere due parti di acqua per una parte di riso, in pratica sempre doppia quantità in base al riso.

Se l’acqua si dovesse esaurire e il riso dovesse aver bisogno ancora di qualche minuto. per cuocere, aggiungine ancora un pò, mezza tazza alla volta, meglio farlo poco per volta che rischiare di ottenere un purè di riso invece che un risotto.

2. Mettere acqua fredda durante la cottura

Abbiamo accennato prima che potrebbe essere necessario aggiungere un pò di acqua per la cottura del riso affinchè continui a cuocere, ti consigliamo comunque di aggiungere acqua tiepida e non fredda affinchè continui la cottura in modo corretto.

3. Mescolare il riso durante la cottura

Si pensa che il riso abbia bisogno di essere continuamente mescolato durante la cottura, questo è vero in parte perchè se lo facciamo spesso potremmo trasformarlo in un porridge. Dopo aver inserito l’acqua, non mescolare più di tanto. I riso formerà spazi per l’evaporazione dell’acqua e la cottura al momento giusto. 

4. Spegnere il fuoco al momento sbagliato

Questo è il consiglio della nonna: quando il riso inizia a risultare denso e compaiono delle bolle d’acqua sopra è ora di spegnerlo. Lascialo riposare un pò e dopo 5 minuti inizia a mescolarlo e ad aggiungere i vari ingredienti che preferisci prima di servirlo.