Dieta a zona, la settimana completa, i pro e i contro

dieta a zona

La dieta a zona è un metodo alimentare che oggi viene utilizzato da molti atleti e consiste nel mantenere la produzione di insulina in una “zona” ne troppo alta ne troppo bassa per creare equilibrio ormonale necessario all’organismo.

Ma cosa si intende per zona? Si tratta del punto massimo che si può e si deve raggiungere per star bene sia fisicamente che psicologicamente; in questo caso specifico sta a indicare il “cibo” che va assunto in modi e tempi precisi per renderlo efficace sul nostro organismo.

Più che una dieta, si tratta di uno stile di vita che ha come principale obiettivo il benessere e la salute dell’organismo, mentre la perdita di peso è solo una naturale conseguenza. Questa dieta consente di eliminare la massa grassa e la ritenzione idrica, non prevede l’assunzione di farmaci o integratori e utilizza il cibo per combattere malattie come l’ipertensione, il diabete di tipo 2, le cardiopatie, le dislipidemie, l’artrosi, le dermatiti, la depressione, l’affaticamento cronico, l’infertilità e per molte altre patologie croniche.

Ma quali sono i pro e i contro di questa dieta?

Questa dieta viene seguite da tantissime persone, lo scopo principale è quello di trovare l’equilibrio ormonale che serve al corpo, sembra qualcosa di facile ma non lo è; la prima cosa da fare è individuare la giusta quantità di proteine di cui l’organismo ha bisogno.

LEGGI ANCHE:  UN PROGRAMMA DA MATTINA A SERA PER ELIMINARE LE TOSSINE E STIMOLARE L’INTESTINO

La quantità varia da individuo ad individuo, tenuto conto del peso corporeo, della massa grassa e di quella magra, nonché dell’attività fisica, non deve comunque essere inferiore ai 77 grammi, divisa in blocchi da 7 grammi, che durante la giornata diventano 11.

Ai 7 grammi di proteine si devono aggiungere 9,5 grammi di carboidrati e 3 grammi di grassi, infatti, di solito la dieta a zona è indicata come il  40 % di calorie derivate da carboidrati, il 30% di proteine e l’altro 30% di grassi. Quindi, con la dieta a zona, oltre alla quantità di calorie ingerite nel corpo, si deve tener conto delle proteine, dei carboidrati e dei grassi chiesti dal nostro corpo.

Ecco un valido esempio di dieta a zona, prima di andare a letto bevete sempre un bicchiere di latte parzialmente scremato:



Lunedì

Colazione:  tazza di latte con caffé, 4 frollini di soia e avena
Spuntino: 125 g di yogurt bianco scremato
Pranzo: 40 g di pasta con 100 g di ragù magro, 150 g di insalata on un cucchiaio di olio, un frutto
Merenda: 100 g di frutta fresca di stagione e 20 g di parmigiano
Cena: 80 g di bresaola con 250 g di verdura condita con un cucchiaio di olio, 20 g di pane integrale, 1 frutto di stagione

Martedì

Colazione: 100 g di ricotta, 50 g di frutta fresca di stagione, un caffé
Spuntino: 125 g di yogurt bianco scremato
Pranzo: 130 g di sogliola, 200 g di verdura con un cucchiaio di olio, 30 g di pane integrale, 1 frutto di stagione
Merenda: 100 g di frutta fresca di stagione e 20 g di parmigiano
Cena: minestrone con 30 g di pasta, 110 g di manzo magro, 150 g di insalata o verdura mista con un cucchiaio di olio, 1 frutto di stagione
Mercoledì

Colazione: un toast con 50 g di prosciutto cotto, una sottiletta e una tazza di tè
Spuntino: 125 g di yogurt bianco scremato
Pranzo: 40 g di riso con pesce, 80 g di bresaola, 250 g di verdura con un cucchiaio di olio, 1 frutto di stagione
Merenda: 100 g di frutta fresca di stagione e 20 g di parmigiano
Cena: un piatto di minestra d’orzo e germogli di soia, 90 g di formaggio magro, 200 g di verdura con un cucchiaio di olio, 30 g di pane integrale, 200 g di frutta di stagione
Giovedì

Colazione: 100 g di ricotta, 50 g di frutta fresca di stagione, un caffé
Spuntino: 125 g di yogurt bianco scremato
Pranzo: 110 g di pollo alla piastra con salsa di soia, 200 g di verdura con un cucchiaio di olio, 30 g di pane integrale, 1 frutto di stagione
Merenda: 100 g di frutta fresca di stagione e 20 g di parmigiano
Cena: minestra con avena, 80 g di prosciutto magro, 150 g di insalata con un cucchiaio di olio, 1 frutto di stagione
Venerdì

Colazione: una tazza di latte con caffé, 4 frollini di soia e avena
Spuntino: 125 g di yogurt bianco scremato
Pranzo: 250 g di pesce spada ai ferri, 250 g di verdura con un cucchiaio di olio, 30 g di pane, 1 frutto di stagione
Merenda: 100 g di frutta fresca di stagione e 20 g di parmigiano
Cena: un piatto di passato di verdure, 120 g di tacchino, 150 g di verdure con un cucchiaio di olio, 20 g di pane integrale, 1 frutto i stagione
Sabato

Colazione: un toast con 50 g di prosciutto cotto, una sottiletta e una tazza di tè
Spuntino: 125 g di yogurt bianco scremato
Pranzo: carpaccio di pere e grana, 50 di salmone affumicato, 20 g di pane integrale, 1 frutto di stagione
Merenda: 100 g di frutta fresca di stagione e 20 g di parmigiano
Cena: 250 g di germogli di soia con 50 g di gamberetti e 80 g di formaggio magro e un cucchiaio di olio, 30 g di pane integrale, 1 frutto

Domenica

Colazione: una tazza di latte con caffé, 4 frollini di soia e avena o 100 g di ricotta
Spuntino: 125 g di yogurt bianco scremato
Pranzo: 80 g di bresaola, 250 g di verdura condita con un cucchiaio di olio, 30 g di pane integrale, 1 frutto di stagione
Merenda: 100 g di frutta fresca di stagione e 20 g di parmigiano
Cena: minestrone con 30 g di pasta, 120 g di tacchino, 150 g di insalata o verdura mista con un cucchiaio di olio, 1 frutto di stagione

PRIMA DI INIZIARE UNA DIETA CONSIGLIATEVI CON IL  MEDICO CHE CONOSCE IL VOSTRO STATO DI SALUTE