DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Giugno 25, 2020

Redazione DonnaWeb

Coronavirus: 11 sintomi silenziosi da non sottovalutare

Da mesi ormai purtroppo, tutto il mondo sta cercando di affrontare un panico senza precedenti a causa della diffusione del coronavirus. L'attuale pandemia ha sconvolto la vita di tutti i giorni, di milioni di persone, scandita dallo stress e dal terrore. Inoltre, la natura insidiosa della malattia può causare confusione e incoraggiare alcuni a non fare una diagnosi precoce. I sintomi ricordano quelli dell'influenza tuttavia con un tasso di mortalità significativamente più alto. 

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, ci sono alcuni sintomi comunemente osservati nelle persone affette da Covid-19.

E' utile conoscere i sintomi relativi alla malattia di Covid-19 per poterla, in caso, affrontare con coraggio e serenità perchè nella maggior parte dei casi non si sviluppa un problema grave. In questo articolo parleremo dei sintomi che solitamente passano inosservati.

Pubblicità

Indice:

Sintomi dell'infezione da coronavirus 

L'infezione Covid-19 è stata al momento oggetto di molte ricerche scientifiche. A differenza del virus dell'influenza che si manifesta improvvisamente, il coronavirus si installa gradualmente e può rivelare sintomi specifici nel corso dei giorni. I sintomi comuni della malattia sono febbre, affaticamento e tosse secca. L'1% dei pazienti si è sentito stanco. Altri pazienti possono avvertire dolori muscolari e/o articolari, mal di testa o mal di gola, respiro corto, congestione nasale, naso che cola o diarrea. Le cifre riportate dallo studio indicano che il 18,6% soffre di respiro corto, 13, Il 9% ha mal di gola, il 13,6% ha mal di testa e il 14,8% ha dolori muscolari o articolari. Inoltre, la congestione nasale rappresenta solo il 4,8% dei casi e la diarrea il 3,7%. Infine, nel 5% dei casi, i pazienti possono manifestare nausea e vomito.

Oltre a questi sintomi specifici, gli scienziati hanno recentemente identificato un segno clinico specifico di Covid-19: perdita dell'olfatto, detta anche anosmia. Può essere accompagnato da una perdita di gusto (ageusia) ed è la conseguenza di un'infiammazione localizzata della mucosa nasale, che influenza il senso dell'olfatto. Ma come altri segni, quest'ultimo potrebbe non apparire in una persona infetta dalla malattia. In realtà, ciascun organismo reagisce in modo diverso a questo virus.

Malati con pochi o nessun sintomo

Sebbene alcuni sintomi siano correlati a Covid-19, la difficoltà nel rilevare la malattia sta nel fatto che può essere asintomatica. In effetti, in alcuni casi, l'infezione provoca sintomi piccoli o nulli. "L'80% delle persone ha pochi o nessun sintomo", ha dichiarato Olivier Véran, ministro della sanità. Pertanto, Matthieu Calafiore, medico di medicina generale e direttore del dipartimento di medicina generale dell'Università di Lille, indica che l'assenza di sintomi specifici ritarda la diagnosi della malattia e può portare a una trasmissione su larga scala. "Abbiamo pazienti asintomatici, per i quali è semplicemente impossibile prevedere una possibile contaminazione", afferma il medico. Inoltre, si dice che alcuni pazienti siano "paucisintomatici". Questi ultimi hanno segni clinici moderati, paragonabile a quelli di un raffreddore, ma hanno il virus presente intensamente nel loro corpo. Pertanto, è necessario rispettare la quarantena e il distanziamento sociale per interrompere la trasmissione di questo virus e mitigare le conseguenze della pandemia.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram