Cancro al seno: quali sono i sintomi? Cosa fare?

Solitamente capita sotto la doccia di avvertire una “tensione mammaria” che prima non avevamo notato, o una “pallina” che sporge sotto le dita e che si muove. Innanzitutto è bene non  allarmarsi e contattare il medico. La conformazione del seno naturalmente può creare delle masse di natura benigna che spesso non hanno niente a che fare con un tumore.

images (2)

LEGGI ANCHE: VACCINO CONTRO IL TUMORE AL SENO, CI SONO GIA’ I PRIMI SEGNI POSITIVI

Dopo i 35 anni queste formazioni di noduli sono diffusissime ed innocue. E’ utile tuttavia dopo questa età di sottoporsi ad una mammografia all’anno per individuare e anche prevenire la formazione di un cancro al seno.

Se si sente dolore al seno non è segnale di tumore perchè il cancro tende ad essere al contrario silenzioso e subdolo, importantissima è l’autopalpazione ed esami clinici, le ecografie, due volte l’anno. Se al contrario si notano delle secrezioni che fuoriescono dal capezzolo è importante fare una visita di controllo, a volte può esserci anche il cambiamento di forma del seno stesso o alterazioni del capezzolo. Se avvertite tutti questi sintomi o solo uno di questi, rivolgetevi al vostro ginecologo di fiducia o al vostro medico di famiglia.


In ospedale si possono effettuare le ecografie pagando solo il ticket. Fino ai 35 anni la diagnosi si fa attraverso l’ecografia mammaria, dopo i 35 anni solitamente consigliano una mammografia. La scienza oggi ha fatto dei grandi passi e grazie alla diagnosi precoce le donne nell’80% dei casi riesce  a guarire dal cancro al seno.

Nella guida dell’AIRC potrete trovare consigli e suggerimenti utilissimi, soprattutto sullo stile di vita che si deve tenere per evitare la possibile comparsa di tumore al seno.