Camufflage: ovvero come nascondere gli inestetismi senza ricorrere alla chirurgia

Sono sempre di più le italiane che cercano di camuffare i propri punti deboli con camice casual, maxigonne, pantaloni a zampa e stivali, una recente ricerca dell’Associazione Donne e Qualità della Vita, ha esaminato un campione di 1000 di età tra i 25 e i 50 anni.

Cellulite-rughe-e-peli-tra-i-pensieri-delle-donne

Secondo lo studio, le donne sono molto preoccupate di mostrare le ginocchia e le gambe, un problema che coinvoltg 1 italiana su 2  che vive la cosa in modo così ansiosa al punto da cambiare anche le proprie abitudini di abbigliamento.

 Look meglio del bisturi?

La moda a volte può fare molto più del bisturi, infatti, riesce ad aiutare nel confondere linee morbide, cedimenti di tessuti e inestetismi vari. Un esempio? Se le caviglie hanno cuscinetti di grasso, basta alzare le scarpe ad hoc e la scelta varia: sportive, impreziosite con borchie in metallo specchiato o in pvc colorato o trasparente, ankle boots effetto pizzo con preziose lastrature su nappa, fino a decolleté, inoltre, si possono indossare calzettoni o lacci in modo da far passare in secondo piano un possibile problema di natura genetica.

Il problema sono i piedi?

La perdita di tono sui piedi non può essere sistemata nemmeno dal chirurgo:

“Per i piedi di solito non c’è nessun tipo di liposuzione, e niente che sia effettivo e che possiamo suggerire ai pazienti”, dice il dottor Renato Calabria, chirurgo plastico, che opera a Beverly Hills, Milano e Roma, e docente presso il Department of Plastic Surgery at the University of Southern California.


In questi casi meglio optare per calzature comodo e classiche, con plantare di cuoio che accompagnano la forma del piede.

Il punto debole è il girovita?

Via a camice e maglie lunghe fino ai fianchi, no a bolerini, cappe corte o t-shirt mini che tagliano la figura ed evidenziano i difetti.

LEGGI ANCHE: COME VESTIRSI PER SEMBRARE PIU’ MAGRE

Ma quali sono i difetti più temuti?

Al primo posto il rilassamento della pelle intorno alle ginocchia causato dall’età che avanza, dai uno dieta troppo forte che ha provocato una veloce perdita di peso o dalla gravidanza.

Al secondo posto troviamo il seno che preoccupa il 20% delle donne, che soprattutto in seguito all’allattamento, lo vorrebbero più sodo mentre altre comprerebbe biancheria imbottita per camuffare la taglia minima.

Il terzo posto va alla pancia gonfia e al girovita, dove si formano le maniglie dell’amore, mentre il quarto posto va alle braccia flaccide che preoccupa il 7% delle donne.