11 enne con sindrome di down torna a casa da scuola con un livido – Quando la famiglia scopre chi è stato, restano senza parole

La famiglia di una bambina di 11 anni con sindrome di Down afferma di essere frustrata dalla mancanza di indagini dopo che è tornata a casa da scuola sostenendo di essere stata colpita da un insegnante.

Secondo quanto riferito , Candise Dorsey afferma che sua nipote, Kalani, che ha la sindrome di Down, un giorno tornò a casa da scuola con grande tristezza.

Era davvero triste, piangeva come non aveva mai fatto, non era davvero lei stessa al punto in cui ha iniziato a vomitare”, ha spiegato Dorsey, il tutore legale di Kalani, come da WSBTV . “Non voleva tornare a scuola.”

Kalani torna a casa da scuola

Dorsey ha condiviso un video con un reporter di Channel 2 che ha registrato il 24 settembre, il giorno in cui Kalani è tornata a casa dalla Sandtown Middle School, Atlanta, Georgia, con un livido.

In seguito ho scoperto dal medico che il vomito era dovuto al trauma della sua vittima“, ha detto Dorsey.

A causa delle sue condizioni, Kalani ha un deficit del linguaggio. Ma quando i familiari chiesero sull’origine della sua angoscia, tuttavia, disse il nome del suo insegnante.

Dorsey spiegò come aveva ripetutamente inviato un’e-mail ai dirigenti scolastici fino a quando non avevano accettato di chiedere a Kalani spiegazioni di ogni eventuale suo problema.

Dorsey ha dichiarato: “Kalani rispose allo stesso modo a tutti i suoi compagni di classe compresi tutti i suoi insegnanti. Kalani fece il nome di un insegnante in particolare”

Il giorno successivo, Dorsey afferma che il distretto si è offerto di trasferire Kalani in una nuova scuola.

Invece di spostare la persona che l’ha effettivamente aggredita, stanno spostando la persona che è innocente. È la vittima in questo. Non c’è stata responsabilità.

Finora non sono state presentate accuse contro l’insegnante in questione.

Le accuse di maltrattamenti o abusi a scuola dovrebbero sempre essere prese sul serio. Speriamo che Candise ne capisca prima piuttosto che dopo.

Condividi questo articolo se pensi che gli insegnanti dovrebbero sempre mostrare il massimo amore e cura per i loro studenti.