DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Giugno 10, 2019

Redazione DonnaWeb

Volevano una figlia e adottarono una bimba ugandese: dopo aver ascoltato la sua storia, la rimandarono indietro

Imparando a parlare inglese, i nuovi genitori scoprirono tutta la verità e hanno cambiato idea.

Fortunatamente, sempre più famiglie decidono di adottare bambini vittime di guerra, poveri e abbandonati. Persino grandi celebrità lo hanno fatto, come Madonna e Angelina Jolie, così hanno dato una vita creato migliore senza sofferenza ai piccoli incoraggiando gli altri a fare lo stesso.

Ma ovviamente ci sono sempre quelli che vogliono approfittare della situazione per avere un reddito extra ed è così che alcuni truffatori hanno trovato il modo di guadagnare di più nel mercato delle adozioni.

Pubblicità

Sfortunatamente, questa coppia, che aveva già 4 figli ma ha deciso di adottarne un altro, è rimasta vittima di una frode. Volevano avere un quinto figlio, ma hanno deciso di adottarne uno per dare l'opportunità a un bambino che non conduceva una vita buona e che non aveva un buon futuro, incontrarono così una bambina di sei anni dell'Uganda che pensavano fosse un'orfana, Jessica e Adam Davis Hanno deciso che era la candidata perfetta.

CNN

¨ Hanno detto che suo padre era morto e che sua madre non si prendeva cura di lei, oltre a essere stata esposta a vari abusi. Ci hanno anche detto che non è andato a scuola perché sua madre non poteva permettersi le spese ", ha detto Jessica.

Conoscendo la terribile realtà della bambina, i Davis non ci hanno pensato due volte e hanno deciso di adottarla per cambiare la sua vita e darle tutto ciò che merita.

La coppia si è recata in Uganda nel 2015 per incontrare Namata, che era già in un orfanotrofio. Lì la ragazza era in una piccola stanza, le finestre non avevano nemmeno protezione e lei non aveva giocattoli, quindi dopo aver realizzato la loro orribile realtà decisero di adottarla immediatamente.

CNN

La coppia presto si affezionò alla ragazza e ai quattro figli che sarebbero diventati i suoi fratelli, la famiglia la fece sentire fin da subito parte della famiglia, Jessica e Adam non facevano alcuna distinzione tra i bambini.

 CNN

La famiglia pensava che tutto andasse molto bene, ma dopo 6 mesi dall'adozione della ragazza, quando ha imparato a parlare molto bene l'inglese, hanno scoperto la verità terribile e devastante.

La ragazza continuava a dire quanto le mancava la madre, ha detto che era sempre molto affettuosa con lei e la riempiva di baci e abbracci , ha detto che le mancavano i suoi amici di scuola, che venivano ogni giorno, perché si divertiva imparando e non era mai stata maltrattata a casa. Questa rivelazione lasciò Jessica e Adam scioccati perché quella versione era molto diversa da quella a cui erano abituati quando stavano per adottarla.

CNN

I Davis hanno preso così la decisione di scoprire la verità tramite la giustizia perché temevano che una ragazza fosse stata portata via da una buona famiglia o che forse i genitori fossero devastati per averla persa.

 CNN

Per scoprire chi era la madre biologica di Namata, volontari provenienti dall'Uganda hanno rintracciato la donna e successivamente l'hanno contattata (organizzazione non-profit che cerca di riunire i bambini che sono lontani dai loro genitori sotto falsa organizzazione). Quando sono riusciti a localizzarla, l'organizzazione ha contattato Jessica e Adam per parlarsi tramite un video con FaceTime in modo che potessero scoprire i fatti reali.

CNN

Come madre e figlia si guardarono, la loro reazione, ha fatto capire immediatamente che non vi era alcun dubbio l'immenso amore che avevano l'una per l'altra e quanto avesse sofferto la donna lontana dalla figlia. Jessica e Adam si resero conto che erano stati ingannati, dissero così alla madre che la bimba avrebbe dovuto recarsi negli Stati Uniti per ricevere una buona educazione, che per una stagione sarebbe stata con la famiglia adottiva e che solo alla fine del scuola, sarebbe tornata nel suo paese di origine con la sua vera famiglia. La madre ha pensato che fosse la cosa migliore per sua figlia, perché nel suo paese hanno poche possibilità di un futuro migliore.

CNN

Sfortunatamente, la storia di Namata è abbastanza comune e di solito accade più nei paesi africani. Persone senza scrupoli si spostano in piccole città e parlano a famiglie numerose (dove le madri sono single) sulle migliori condizioni di vita dei loro figli e su un'istruzione di qualità. Alla fine li convincono di un futuro brillante e questi, pensando a cosa è meglio per i loro figli, finiscono per accedervi senza immaginare la verità dietro l'inganno.

Dopo che i genitori hanno avuto accesso ai bambini, non vengono portati all'estero ma in un orfanotrofio dove vengono venduti per oltre 15 mila dollari alle famiglie che cercano disperatamente di adottare.

Quando Namata è stata presa dal suo villaggio, hanno anche preso altri 6 bambini.

Non appena hanno saputo questo, la famiglia Davis ha preso la decisione di restituire la bambina alla sua famiglia, anche se era chiaro che non avrebbero mai voluto liberarsi di lei. Ora la sua storia sta aumentando la consapevolezza sull'adozione di bambini dal terzo mondo, poiché molti di loro vengono trafficati per venderli a persone benestanti, allontanandoli crudelmente dalla loro vera famiglia.

Aiutiamo Jessica e Adam a diffondere la loro esperienza in modo che nessun bambino passi attraverso qualcosa di simile a quello che è successo a Namata. Cosa ne pensi?

Per ulteriori note, non dimenticare di darci come.

Fonte consultata: Cnn / Upsocl / daily
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram