Vita di coppia felice? E’ scritto nel nostro DNA

Una ricerca statunitense realizzata dall’Università della California di Berkeley e della Northwestern University, e pubblicata sulla rivista “Emotion” sostiene che una sana e felice vita matrimoniale dipenda dal nostro DNA. Infatti, se la relazione tra due persone è frutto della “chimica dell’amore”, sembra che per molti invece il tutto sia legato al patrimonio genetico.

La serenità e il benessere di una relazione di coppia dipenderebbe da un particolare gene e dalla varietà più o meno lunga degli alleli che ci sono toccati in eredità dai nostri genitori.

In particolare, sarebbe il gene che regola i livelli di serotonina ad essere chiamato in causa, il cosiddetto “ormone dela felicità”, dalla variante più o meno lunga di questo gene dipende il senso di tranquillità e benessere di coppia.


Gli studiosi hanno preso in esame 150 coppie sposate da ben 20 anni, notando che chi aveva ereditato dai genitori una versione più corta di questo gene ( o allele) chiamato 5-HTTLPR, tendeva ad essere meno felice e a soffrire di stati d’animo negativi, come rabbia e disappunto.

Al contrario, chi aveva ricevuto una versione più lunga del gene, tendeva a provare stati d’animo più positivi e rasserenanti, come senso dell’umorismo e affetto.

Gli esperti dicono che avere nel proprio patrimonio genetico la versione “corta” dell’allele significa di per sé essere condannati ad una vita infelice e a relazioni instabili e poco durature. Ma avere la versione “lunga” non basta a mettersi al riparo da insuccessi e dispiaceri, molto dipende anche dal modo di affrontare le cose per natura: se si sarà positivi nella vita lo si sarà anche nel rapporto di coppia: e voi come siete?