DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Agosto 28, 2019

Redazione DonnaWeb

Va a pescare granchi con la famiglia, quattro giorni dopo muore per un'infezione grave

Quattro giorni dopo la pesca del gambero nel Golfo del Messico, Gary Evans è morto a causa batteri carnivori.

Secondo i rapporti di Khou, un padre di sei figli durante un viaggio con sua moglie, rimase infettato dalla fascite necrotizzante, batteri potenzialmente letali e carnivori.

Il 56enne stava viaggiando con la sua famiglia a Magnolia Beach in Texas, negli Stati Uniti, il 4 luglio. Dopo due giorni non fu più in grado di camminare.

Pubblicità

I medici hanno diagnosticato che Gary era stato infettato da Vibrio, batteri carnivori che possono sopravvivere nell'acqua intorno al Golfo del Messico. Questo Vibrio si sviluppò quindi in una fascite necrotizzante, sulla quale il padre morì.

Come se il dolore non fosse già abbastanza grave per la moglie di Gary, Debbie Mattix, si chiede sempre come sia potuto accadere che Gary entrasse in contatto con questi batteri, visto che non sapeva nemmeno nuotare.

Khou ha detto: "Il suo cappello è caduto un paio di volte in acqua, lo raccolse, noi tutti a ridere e poi gli si sedette su.

Era stato quello il motivo? Ha pescato i granchi fuori dall'acqua, forse il vento lo ha bagnato un po? Ma dire che abbia nuotato, no. Non eravamo nemmeno in acqua".

shaneholden@sholden0729

Purtroppo, i batteri si fecero strada attraverso il corpo di Gary, diventando più veloci e mortali alla fine.

Rendendosi conto che le gambe e i piedi erano gonfi, la famiglia Gary si precipitò rapidamente in ospedale per un esame.

I sintomi sono peggiorati

"Siamo arrivati ​​e lì mi è stato detto che non sarebbe tornato a casa; è andato direttamente in terapia intensiva ", ha spiegato Debbie.

"I medici lo trattarono immediatamente per Vibrio, ma ciò non fu confermato fino al giorno successivo; solo allora ci è stato rivelato".

Sebbene i medici abbiano fornito a Gary antibiotici, i gonfiori delle gambe si sono trasformati in piaghe della pelle.

Gary venne operato, ma a Debbie fu detto che aveva solo 76 ore di vita.

Fonte: Gary Evans / GoFundMe

"Hanno fatto tutto quanto in loro potere. Era molto, molto malato e questo l'ha ucciso. Ha attaccato il suo fegato, i suoi reni e ha dovuto andare a un autorespiratore. Colpì anche il suo flusso sanguigno e fece collassare le vene ".

Ha continuato, "Questi batteri sono molto peggio di quanto molti pensano. Non sono batteri che sono semplicemente composti; arrivano in piena forza e non si fermano, distruggono semplicemente tutto ciò che trovano sulla loro strada.

Una pagina GoFundMe è stata creata nel nome di Gary, qui puoi trovarla.

Debbie spera che il suo destino e quello di suo marito siano condivisi in modo tale consapevolezza di questo problema, che molti probabilmente non conoscono o affrontano con la necessaria consapevolezza.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram