Una ricerca afferma: “Prendere gli appunti a mano aiuta a memorizzare meglio le informazioni”

Fino a dieci anni entrando in un’aula dell’università, gli studenti erano soliti prendere appunti a mano, oggi invece ognuno ha il suo portatile, netbook, tablet o smartphone, mentre il foglio e la penna sembrano diventati del tutto obsoleti.

E’ vero che siamo molto più veloci a prendere appunto su una tastiera piuttosto che scrivere a mano, caratteristica non da poco se si ha un docente che spiega la materia rapidamente, ma è davvero la stessa cosa?

A rispondere a questo domanda ci ha pensato una ricerca che è arrivata a sostenere i tanti vantaggi a favore di chi si ostina a prendere appunti scrivendoli su qualsiasi supporto cartaceo.

I motivi della ricerca che sostengo gli appunti a mano.

La ricerca ha voluto testare l’efficacia di ricordare ciò che si scrive tra chi prende appunti a mano e chi digitando su una tastiera.

Chi scrive a mano è costretto ad andare lentamente rispetto a chi scrive con la tastiera del pc, ma proprio questa lentezza riesce a far entrare più concetti nella mente.

Non potente scrivere tutto ciò che viene detto, lo studente deve fare un lavoro di scelta tra i vari concetti:

“Quando le persone prendono appunti su una tastiera, tendono a provare a scrivere tutto quello che ascoltano”, ha detto una delle autrici dello studio. “Gli studenti che scrivono a mano sono necessariamente più selettivi – dovendo scrivere più lentamente. Il che li costringe a ragionare sul materiale più utile già mentre prendono appunti. Il che equivale a fare una prima elaborazione”.



Gli autori della ricerca hanno raccolto due gruppi di studenti, uno con dispositivi elettronici e l’altro con carta e penna e gli hanno chiesto di seguire alcuni Ted Talk, l’esperimento ha evidenziato che i due gruppi ricordavano i fatti e le informazioni allo stesso modo, ma quando si facevano domande più mirati, quelli che avevano preso appunti scrivendo, ricordavano di più.

“Anche quando abbiamo detto agli studenti con il computer di scrivere meno, in genere non sono riusciti ad evitare l’istinto di prendere più appunti possibile”, ha commentato la ricercatrice. “E più cose scrivevano, peggiori risultati ottenevano nel test immediato”.

In un altro esperimento, i ricercatori hanno dato agli studenti il tempo di ristudiare gli appunti presi prima di sottoporsi al test. Avendo, quelli che scrivevano al pc, preso più appunti, avrebbero dovuto avere maggiori risultati, rispetto ai colleghi con carta e penna

Ma anche in questo caso gli studenti con carta e penna hanno avuto la meglio: “Una prova suggestiva di come gli studenti che hanno preso appunti a mano sono riusciti meglio a memorizzare i concetti”.

A questi risultati si aggiungono quelli di altre ricerche, che hanno scoperto che chi usa il pc invece di un bloc notes, ha più motivi di distrazioni, perché si tenderà spesso ad aprire social e siti web.

Fonte: http://www.deejay.it/news/liste/prendere-appunti-a-mano-ti-aiuta-a-ricordare-meglio-ecco-perche/478626/?ref=fbpj