Un cane è per sempre: la storia del cane che rimaneva sveglio tutte le notti a fissare i padroni

Alcune storie sono impossibili e difficili da dimenticare, lasciano un segno, una cicatrice nell’anima di chi legge e questa storia, forse, è una di quelle che vi farà vedere le cose in un altro modo, vi regalerà uno spunto di riflessione molto interessante.

Un giorno una famiglia che desiderava tanto avere un cane, pensò di adottarne uno in un canile, lì trovarono un bellissimo Golden Retriver dagli occhioni dolci e tristi, lui si mostrò buono e affettuoso fin da subito con tutti i componenti della famiglia ma aveva degli strani comportamenti.

Ogni sera il cane rimaneva a fissare per ore i padroni che dormivano, spesso per notti intere.

Rimaneva sempre vicino ai padroni e immobile li fissava, pensavano fosse un’abitudine iniziale, per conoscerli meglio ma con il tempo non tendeva a diminuire questo strano atteggiamento anche dopo settimane dall’adozione.

Alla fine la famiglia pensò di portare il cane dal veterinario che non riscontrò alcun particolare disturbo.

Decisero infine di chiamare il canile da cui avevano preso il cane in cerca di qualche risposta.

Fu così che scoprirono il motivo di quello stranissimo comportamento, che aveva finito per far passare notti insonni a tutta la casa.

Il motivo era che il padrone che lo aveva tenuto con sè precedentemente, per sbarazzarsi del cane lo aveva sedato in casa, una volta addormentato si era così risvegliato in un posto sconosciuto, chiuso dentro una gabbia circondato da altri cani che non aveva mai visto prima.

Il povero cucciolo aveva associato questo trauma al fatto che se si fosse addormentato i nuovi padroni avrebbero potuto fare lo stesso, per evitare di ricapitare e rivivere quell’episodio lui rimaneva sveglio tutta la notte per controllare i padroni e assicurarsi che non lo avrebbero abbandonato.

Quando la famiglia ha ascoltato quello che era capitato al cane è scoppiata in lacrime, e da allora trasmette fiducia e amore a quell’adorabile animale, cercando di rassicurarlo del fatto che non subirà un nuovo abbandono.

Questo triste fatto dovrebbe far riflettere tutti quanti su cosa significhi abbandonare un cane, loro hanno dei sentimenti spesso più nobili dei nostri, chi abbandona un cane non ha la minima idea del danno psicologico che gli procurerà, anche se avesse la fortuna di finire in un’altra famiglia migliore di quella precedente, non riuscirebbe mai a dimenticare la ferita dell’abbandono.

Abbandonare un cane è un atto di immensa responsabilità, così come quello di prendere un cane: non si dovrebbe mai accogliere un animale dentro casa con l’idea che, nel caso sia necessario, lo si affiderà ad un’altra famiglia. Prendere un cane è solo per sempre.

fonte:https://www.curioctopus.it/read/15263/il-cane-che-adottano-al-canile-passa-notti-intere-a-fissare-i-padroni:-il-perche-lo-fa-li-lascia-spiazzati