Un cagnolino salva un signore di 86 anni che ha avuto un ictus mentre era solo a casa

Nessuno può prevedere quando può colpire un ictus. Le persone anziane sono a rischio maggiore quando si tratta di attacchi di cuore e rende la situazione ancora più grave se il paziente si ritrova totalmente solo.

Rudy Armstrong, 86 anni, pensava che i suoi ultimi momenti fossero arrivati ​​quando si è reso conto di essere stato colpito da un ictus. Tuttavia, aveva sottovalutato il suo amico a quattro zampe che aveva notato la tragica situazione.

Il chihuahua di nome Bubu è stato in definitiva quello che ha salvato la vita del suo padrone.

Con la diffusione del coronavirus nella prima parte dell’anno, gli anziani furono esortati a rimanere isolati dagli altri, così l’anziano veterano di guerra decise di cambiare per vivere in una abitazione tranquilla, che aveva costruito lui stesso.

Così, avrebbe potuto passare la sua quarantena in totale tranquillità vicino all’acqua e allo stesso tempo godersi la pace insieme al suo cane Bubu.

L’ictus colpisce quando è totalmente solo

Una mattina, però, mentre Rudy stava prendendo il caffè al mattino, accadde qualcosa che cambiò tutto.

Mi sono seduto sulla mia sedia, ho bevuto il mio caffè e improvvisamente iniziai a sentirmi strano, dice a WNCT-TV.

Non potevo alzare le mani o muovere le gambe

Ha chiesto aiuto al cane

Dopo un momento di risveglio, Rudy si rese conto di aver subito un ictus, o un infarto cerebrale.

Non c’erano persone in giro e Rudy non poteva alzarsi per chiamare aiuto al telefono. Era totalmente solo. L’unica creatura vivente nelle vicinanze era il suo amato cane Bubu.

– Va bene, Bubu, aiutami tu, Rudy dice di aver detto al cagnolino, che era la sua unica speranza.

“Legame speciale”

Il cagnolino sembrava aver capito la situazione del suo padrone, che si precipitò fuori e presto tornò sulla scena con una persona che si trovava nella zona, vide Rudy e chiamò immediatamente l’ambulanza.

Hanno un legame speciale con Bubu, quindi quando non ha ricevuto aiuto chiamato, ha guardato il cane negli occhi e ha detto “Ok Bubu, devi farti aiutare da me. Afferma il soccorritore che chiamò l’ambulanza.

Grazie all’azione ingegnosa del cane, Rudy, 86 anni, è stato subito aiutato e si è ripreso quasi del tutto.