Un bambino di 1 anno viene rapito, dopo 31 anni la polizia rivela la verità

Quando ero piccola, mia mamma mi diceva spesso che non sarei mai dovuta andare con uno sconosciuto. Forse i tuoi genitori hanno fatto lo stesso con te.

Il rapimento di un figlio è probabilmente una delle cose peggiori che un genitore possa immaginare. E’ difficile, per chi non l’ha mai provato, probabilmente immaginare davvero la sensazione di angoscia.

Ma c’è chi sa esattamente come ci si sente e uno di questi è Lyneth Mann-Lewis a Toronto, in Canada. La sua storia risale a oltre 30 anni fa, secondo il sito Liftable.

L’anno è il 1987. Lyneth e il suo ex marito Allan Mann Jr. si erano separati ma dopo una decisione del tribunale il padre doveva incontrare il figlio un tot di giorni all’anno.

In quel momento scoppia l’incubo. Allan Mann Jr. e il figlio Jermaine, a soli 21 mesi, scompaiono entrambi senza lasciare traccia. Per Lyneth, non c’è dubbio che il suo ex marito abbia rapito il figlio e l’abbia ucciso.

Documenti falsi

Lyneth collabora con la polizia e contatta anche l’organizzazione Missing Children Canada per trovare il suo Jermaine. Ma il tempo passa senza alcuna traccia di padre e figlio.

La polizia sospetta che Allan Mann JR. aveva portato suo figlio negli Stati Uniti illegalmente usando documenti falsi.

La mamma si riunisce con il figlio
Fonte foto: YouTube

Gli anni diventano decenni

L’investigatore Ted Davis ebbe stretti contatti con la madre disperata.

“Ha promesso a Lyneth e alla sua famiglia che avrebbe fatto tutto il possibile per far tornare Jermaine a casa” , ci ha detto Amanda Pick, capo della Missing Children Societyin Canada.

Quindi Lyneth sta aspettando e sperando, mentre la polizia e Missing People Canada continuano a tenere gli occhi aperti. Gli anni si trasformano in decenni.

È solo quando è coinvolta la polizia federale degli Stati Uniti che Lyneth e gli investigatori canadesi ricevono finalmente la ricompensa per la loro lunga pazienza.

Pensava che la madre fosse morta

Grazie a un suggerimento, Jermain e suo padre furono rintracciati nello stato del Connecticut, negli Stati Uniti – dopo essere stati via per 31 anni, riferisce il Dayton Daily News .

“Mamma, hai i miei occhi, hai i miei occhi” disse il figlio quando si incontrarono di nuovo.

“L’ho abbracciato per sentire che era vero e non un sogno”, ha detto sua madre Lyneth durante una conferenza stampa dopo la riunione.

L’ormai 33enne Jermaine non conosceva il suo vero nome ed era cresciuto con la bugia di suo padre che sua madre fosse morta.

“Dopo 31 anni di sofferenza, sono la prova che non dovresti mai arrenderti, ma essere paziente, essere forte e credere che tutto sia possibile”, ha osservato Lyneth.

Nel caso di Lyneth Mann-Lewis, non ha aiutato a proteggere il figlio dagli estranei. Invece, fu uno di quelli che stavano più vicini a loro a portarlo via.

La maggior parte dei genitori si accuserebbe comunque di lasciare che accada qualcosa del genere. Ma vogliamo rendere omaggio a Lyneth per non aver mai perso la speranza!

Sentiti libero di condividere questa storia – perché è la prova che non dovresti mai arrenderti, ma continua a credere che il meglio possa accadere!