DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Marzo 10, 2018

Redazione DonnaWeb

Trovati 5 corpi smembrati in Messico: solo l'esame del Dna potrà identificarli

Sono tre i napoletani scomparsi dal 31 gennaio in Messico, l'angoscia è normale, dopo che la polizia ha ritrovato i corpi di cinque cadaveri smembrati dentro delle buste di plastica lasciate dentro un Suv rosso, parcheggiato nello stato messicano di Guerrero.

I resti sono stati ritrovati da un residente del luogo mentre si dirigevano verso il mercato tradizionale di Chilapa. Gli specialisti della polizia scientifica hanno avvertito che soltanto tramite l'esame del Dna si potrà capire chi siano perchè nello stato in cui si trovano sarebbe difficile identificarli.
Napoletani spariti in Messico, indagini su foto con uomini armati

Questa notizia ha spinto uno dei legali che assistono i familiari dei tre napoletani scomparsi (Raffaele Russo, suo figlio Antonio ed il nipote Vincenzo Cimmino), l’avvocato Luigi Ferrandino, ad avanzare le procedure legali internazionali per chiedere che su quei poveri resti venga eseguito l’esame del Dna, comparato con i codici genetici dei nostri connazionali svaniti nel nulla.

Pubblicità

approfondimenti su Leggo.it

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram