Trova il piccolo di pochi mesi accanto a lei sul letto a pancia in giù e vede del sangue

Joanne Harwood ha trovato il figlio di solo tre settimane, Harry Marwood-Bartlett, coricato a faccia in giù sul suo letto in una pozza di sangue dopo che si era inaspettatamente appisolata a casa sua a Kendal, in Cumbria, il 15 novembre.

Il figlio più grande Thomas ha chiamato i servizi di emergenza e i paramedici hanno cercato di rianimarlo fino all’arrivo dell’ambulanza.

Harry fu portato di corsa all’Ospedale Generale di Furness ma fu dichiarato morto poco dopo.

Joanne ha fornito prove della morte di suo figlio durante un’inchiesta nella corte dei coroner di Cockermouth.

Una patologa del Ministero degli Interni, la dott.ssa Alison Armor, crede che il bambino sia morto dopo che la madre lo ha accidentalmente schiacciato mentre dormiva.

Tuttavia, il dott. Jo McPartland, patologo pedediatrico e perinatale non è d’accordo e ha affermato che la causa della morte del neonato non è ancora stata accertata.

Il coroner, dottor Nicholas Shaw, che presiede alla corte del coroner di Cockermouth, ha detto che Harry “molto probabilmente … a un certo punto si è rotolato da solo e si è trovato in una posizione pericolosa”.

Il dottor Shaw ha detto che Harry è morto accidentalmente e ha lanciato un avvertimento urgente affinché tutte le madri stessero attente a dormire negli stessi letti dei loro bambini piccoli.

La signora Harwood, una parrucchiera autonoma, è tornata a soli 10 giorni dopo aver dato alla luce il suo bambino il 20 ottobre.

Il 15 novembre, la madre affaticata è tornata dal lavoro e ha fatto dormire suo figlio intorno alle 22:00.

Si è svegliata durante la notte per dar da mangiare a suo figlio ma si è appisolata per sbaglio.

La mamma trovò quindi suo figlio neonato morto sul suo letto steso in una pozza di sangue attorno al suo viso.

I test hanno dimostrato che la signora Harwood non aveva assunto alcol o droghe al momento della morte di suo figlio.

Un post mortem ha rivelato che Harry non aveva lesioni o patologie o infezioni sottostanti.

Il medico sostiene che nessuno ha colpa secondo lui, purtroppo le madri che accudiscono bambini molto piccoli, sono soggette a notevole stress, ritmi incalzanti e poche ore di sonno o riposo, sicuramente si sarà trattato solo di una tragica fatalità.