DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Febbraio 28, 2018

Redazione DonnaWeb

Tragico epilogo a Latina, Luigi Capasso si è suicidato dopo aver ucciso i due figli

Alla fine è accaduto quello che gli inquirenti sospettavano e temevano di più, l'appuntato dei carabineri Luigi Capasso che questa mattina aveva sparato alla moglie, ferendola gravemente e poi una volta entrato in casa ha assassinato le figlie di 13 e 8 anni e poi si è suicidato. La conferma è arrivata dal comandante provinciale dei Carabinieri, Gabriele Vitagliano: «La persona si è uccisa e le bambine come temevamo sono morte, verosimilmente da questa mattina, da diverse ore». Nell'appartamento si trovano ora gli investigatori.

La situazione è seguita dai carabinieri del comando provinciale di Latina, diretti dal colonnello Gabriele Vitagliano che si trova al residence "Collina dei Pini" dove si è consumato il litigio finito con gli spari. Inizialmente i militari avevano parlato di omicidio, mentre la donna è stata trasferita in gravissime condizioni al San Camillo di Roma.

Tensione intorno al residence, la via d'accesso alla palazzina è stata chiusa, i militari stanno cercando di convincere l'appuntato a consegnare le bambine e lasciare la pistola, quindi a uscire dall'appartamento. Secondo le prime informazioni la coppia si stava separando e questa mattina il militare sarebbe tornato a casa e avrebbe sparato alla donna dopo una violenta lite in strada. La donna sarebbe stata colpita al petto e allo zigomo.

Pubblicità

Secondo le prime informazioni tra i due era in corso la separazione, una scelta mai accettata dal carabiniere che molto spesso litigava con la donna, specialmente nell'ultimo periodo.

per eventuali approfondimenti vai su leggo.it

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram